Ultime notizie:

Io ballo da sola

    "Au revoir bb": domani alle 2030 a Roma al teatro argentina attori e registi ricordano Bernardo Bertolucci

    Domani a Roma star nazionali e internazionali - registi, attori, amici, collaboratori - che hanno accompagnato la lunga carriera di Bertolucci, saliranno sul palcoscenico del Teatro Argentina, alternandosi anche ai numerosissimi contributi video di grandi personalità che pur non potendo essere presenti, hanno voluto trasmettere la loro testimonianza. L'evento è organizzata dalla moglie Clare Peploe e dagli amici Francesco Siciliano, Jacopo Quadri e Giovanni Mastrangelo, in collaborazione con il...

    – Cristina Battocletti

    BERNARDO BERTOLUCCI

    Grazie, Bernardo, del patrimonio che ci hai generosamente lasciato. Bernardo Bertolucci (Parma, 16 marzo 1941 - Roma, 26 novembre 2018). Regista, sceneggiatore e produttore cinematografico italiano. Rivoluzionario, immaginifico, visionario impegnato, Tra i registi italiani più rappresentativi, con film come "Il conformista", "Ultimo tango a Parigi", "Il tè nel deserto", "Novecento", Io ballo da sola". Oscar al miglior regista e alla migliore sceneggiatura per "L'...

    – Graziano Origa

    Il commento-ricordo del critico Gianni Canova

    "Ultimo tango a Parigi è quel film che mi ha permesso di fare Novecento. Il successo di Ultimo tango a Parigi è stato così globale che potevo fare quello che volevo dopo quel film e ho deciso di fare il film impossibile ...Novecento... è l'ultimo film ideologico e voleva essere una grande

    – di Adriana Fracchia

    Come era Giovane Bernardo Bertolucci

    Aveva trovato finalmente un modus vivendi con la malattia che lo ha portato via lunedì mattina alle 7: un'auto attrezzata in cui riponeva la sedia a rotelle che gli permetteva di accompagnare i suoi film per spiegarli a un pubblico sempre nutrito di ammiratori. Una delle ultime comparsate era stata

    – di Cristina Battocletti

    Io ballo da sola (1996)

    Presentato in concorso al 49º Festival di Cannes, ottenne anche una nomination alla Palma d'oro. La trama: una ragazza americana di 19 anni, Lucy, viene mandata dal padre vedovo, dopo il suicidio della moglie, a stare da una coppia di amici di famiglia in una casa colonica nelle colline intorno a

    "Chiamami col tuo nome": ecco perché il film di Guadagnino si merita l'Oscar

    In una pianura estenuata dal calore e dall'esuberanza dell'estate, Lyle (Michael Stuhlbarg), archeologo, e Annella (Amira Casar) Perlman ospitano ogni anno per sei settimane un ricercatore, esperto di arte classica. E' una forma di filantropia che la coppia, colta e poliglotta, esercita verso un giovane straniero per permettergli di lavorare con Lyle e di immergersi nella bellezza dell'Italia. Chiamami con il tuo nome di Luca Guadagnino riavvolge indietro il nastro del tempo di oltre trent'anni ...

    – Cristina Battocletti

    L'amore sulla soglia

    In una pianura estenuata dal calore e dall'esuberanza dell'estate, Lyle (Michael Stuhlbarg), archeologo, e Annella (Amira Casar) Perlman ospitano ogni anno per sei settimane un ricercatore, esperto di archeologia greca. E' una forma di filantropia che la coppia, colta e poliglotta, esercita verso un

    – di Cristina Battocletti

    Boom delle vacanze di lusso in Italia, tra ville e palazzi storici

    Dalle ville dotate di piscina e area per il benessere ad antiche dimore che sono state il set di film, come il casale toscano dove il regista Bernardo Bertolucci ha girato «Io ballo da sola», è boom di richieste dall'estero di case di lusso per le vacanze in Italia. In cinque anni la domanda ha

    – di Natascia Ronchetti

    Adolfo, il frantoio di famiglia e il cantante degli Aerosmith

    Come e perché sono arrivato a Cotronei ve lo dico alla fine, anche perché io da quell'antico avamposto della Magna Grecia sono partito senza esserci mai arrivato veramente. Anche come sia potuto accadere ve lo dico alla fine, che adesso bisogna che vi racconti la storia di Adolfo Grassi e dell'azienda di famiglia, Il Frantoio Olio Sud. Dunque, siamo nel 1950, anno molto difficile in Italia e nel mondo, e il nonno di Adolfo, Adolfo, decide di investire i pochi soldi ricevuti in regalo per il suo ...

    – Vincenzo Moretti

1-10 di 18 risultati