Ultime notizie:

Institute of Economic Affairs

    Brexit, secondo referendum ed elezioni? la settimana della verità

    Il piano è stato stilato dal think tank Institute of Economic Affairs ed appoggiato da David Davis, ministro di Brexit e quindi di May fino a luglio quando si è dimesso in aperta polemica con la premier proprio perché contrario ad un’uscita morbida.

    – di Angela Manganaro

    La realtà del successo economico scandinavo: libertà d'impresa e riforme pro-mercato

    Poco meno di due mesi fa, ho avuto il piacere di pubblicare su Econopoly un post che parlava della drammatica crisi venezuelana, del fallimento della rivoluzione anti-capitalista di Chavez e Maduro e del silenzio della sinistra occidentale. Tra le molte critiche ricevute, alcune cercavano di mettere in evidenza come il Venezuela non rappresenti il vero "sogno socialista". In particolare, mi si faceva notare come la parola "socialismo" vada innanzitutto interpretata osservando le famose democrazi...

    – Giovanni Caccavello

    I protezionisti sono i veri amici della casta e delle élite

    Pubblichiamo un post di Giovanni Caccavello, research fellow in European Policy presso EPICenter ed Institute of Economic Affairs. Master (MSc) in economia dello sviluppo presso la University of Glasgow - Mercoledì 15 Febbraio il Parlamento Europeo ha finalmente approvato l'accordo economico e commerciale globale con il Canada (indicato con la sigla CETA). Grazie a questo voto, una buona parte di tale importante trattato entrerà in vigore a partire dai prossimi mesi. Il CETA è un accordo misto ...

    – Econopoly

    Qual è il vero rischio dell'automazione del lavoro?

    Pubblichiamo un post di Giovanni Caccavello, research fellow in European Policy presso EPICenter ed Institute of Economic Affairs. Master (MSc) in economia dello sviluppo presso la University of Glasgow - Come ho avuto modo di scrivere nel mio primo post su Econopoly, nel corso di questi ultimi anni molti economisti, accademici, ricercatori e commentatori hanno nuovamente portato alla ribalta la storica "lump-of-labour fallacy", ovvero l'idea (storicamente erronea) che la quantità di posti di l...

    – Econopoly

    La quarta rivoluzione industriale e le conseguenze sul lavoro

    Pubblichiamo un post di Giovanni Caccavello, research fellow in European Policy presso EPICenter ed Institute of Economic Affairs. Master (MSc) in economia dello sviluppo presso la University of Glasgow - Nel lontano 1821, al culmine della Prima Rivoluzione Industriale, David Ricardo, uno dei più influenti economisti classici di fine '700 ed inizio '800, pubblicava la terza ed ultima versione della sua opera più importante: "Principi di economia politica e dell'imposta". Rispetto alle due ediz...

    – Econopoly

    Terzo scenario / Una decisione disastrosa

    L'economia britannica soffrirà dopo la Brexit. I negoziati per uscire dall'Ue sono irti di difficoltà, e le relazioni commerciali con l'Europa sono peggiori che in precedenza, senza per altro produrre vantaggi altrove. L'economia britannica ancora una volta inizierà a perdere terreno rispetto ai

    Il reddito perfetto? E' di 26.500 euro

    Due studiosi italiani hanno trovato una conferma «scientifica» di uno dei motti più contestati di sempre: (troppi) soldi non fanno la felicità. Infatti,

1-10 di 12 risultati