Ultime notizie:

Ingmar Bergman

    Prolungare la vita. Purché sia in salute

    L'ingegnosità dell'uomo sta sottraendo terreno di caccia alla Nera Signora, presentando nuove sfide per la nostra specie.

    – CONTENUTO PUBBLICITARIO

    Bill Viola, la Trasfigurazione nascosta

    Dioniso è protagonista segreto anche del Rito di Ingmar Bergman (1968): è il dio delle Baccanti di Euripide, tragedia da lui amatissima, ma anche la fresca memoria del dionisismo di quegli anni, rivendicazione di una libera morale esplorata anche da Pasolini in Teorema.

    – di Salvatore Settis

    Morta Rossana Rossanda, voce libera di un '68 al femminile

    Fondatrice del «Manifesto», l'intellettuale comunista pose le donne al centro del dibattito politico. Tra recensioni di Bergman e la questione femminista. Gli ultimi giorni a Parigi e i pensieri sul disfacimento del corpo

    – di Eliana Di Caro

    I trucchi geniali dei maestri del cinema per fuggire dal mondo: ecco cosa facevano Buñuel, Bergman, Fellini e Welles

    In questi giorni sul web gira un video surrealista e assai spassoso: un papà in "clausura" da coronavirus, per sottrarsi alla propria figlioletta, si mimetizza dietro a un quadro portatile, dove sono dipinti i cuscini del divano su cui è disteso a leggere. Fuggire dal mondo è un richiamo istintivo, sul quale si sono esercitate le migliori menti escogitando bolle di sospensione, che sono un precedente consolatorio alla nostra "quarantena" quotidiana. Maestri del cinema come Federico Fellini e In...

    – Cristina Battocletti

    Il compito non facile di giudicare il medico

    Ne Il posto delle fragole di Ingmar Bergman, Isak Borg, illustre clinico, durante il viaggio per ricevere un premio alla carriera, ha un incubo: sottoposto a un severo esame di abilitazione, non ricorda nulla. Persino alla domanda su quale sia il primo dovere di un medico, egli balbetta finché non

    – di Carlo Melzi d'Eril e Giulio Enea Vigevani

    Il pescatore di perle e illusioni

    Da bambino ricevetti in dono un proiettore, scrive Ingmar Bergman in Lanterna magica, autobiografia del 1987 (Garzanti, 2008). E subito rievoca immagini di allora, ombre e fantasmi nati dall'educazione ricevuta dal padre, pastore luterano incupito dal senso del peccato. In un pomeriggio di fine

    – di Roberto Escobar

1-10 di 88 risultati