Ultime notizie:

individualismo

    Quel venticello di speranza delle microimprese

    Ci siamo già dimenticati dei lavoratori dell'ultimo miglio che durante il lockdown ci hanno permesso di mantenere la distanza fisica rintanati in casa. Lavori che ritenevamo marginali: la gig economy dei camioncini e delle biciclette delle consegne a domicilio, i negozi di prossimità e il

    – di Aldo Bonomi

    Un liberalismo piccolo piccolo: la nuova «rivoluzione» di Silvio Berlusconi

    Liberale, cristiana, garantista, europeista: Silvio Berlusconi, nel tentativo di fare da "padre nobile" alla una nuova coalizione di centro-destra, ha lanciato quattro parole d'ordine, non certo banali. Nulla di davvero originale, in realtà, a parte forse quell'accenno all'Europa che sembra in netta contraddizione non solo con la storia della destra berlusconiana ma anche le parole e le azioni delle due principali forze politiche di centro destra. Segno, probabilmente, che il vecchio leader vogl...

    – Riccardo Sorrentino

    Nuovi corpi intermedi

    Non è in crisi la democrazia ma uno dei suoi modelli fatto di istituzioni, di partiti e dal popolo. Si tratta di mutare, eliminare e aiutarsi. Un modello basato sull'intermediazione politica e economica per cui i cittadini affidavano la parte politica del loro essere ai partiti. Questi a loro volta erano gli intermediari e i costruttori delle istituzioni. Il modello delle intermediazioni ora è in crisi come entrano in crisi tutti i mondi e tutti i modelli che devono gestire grandi variazi...

    – Michele Kettmaier

    Edgar Morin: denizen of unpredictable times

    For Edgar Morin, sociologist, philosopher, intellectual?but most of all, mentor and friend, beyond time *The following text is a translation of the chapter written by Piero Dominici for the tribute book on the thought and works of Edgar Morin: "Cento Edgar Morin", edited by Mauro Ceruti (Mimesis Pub.), a collection of 100 articles written by Italian academicians in celebration of Morin's 100th birthday. It is a complicated, nearly impossible endeavor, in so few words, to portray, even to ba...

    – Piero Dominici

    Piero Dominici: "l'erreur des erreurs"

    Questa volta, "Fuori dal Prisma" ospita il contributo "Piero Dominici: l'erreur des erreurs" - che sarà pubblicato, anche in lingua francese, su Futuribles International , Parigi - di André-Yves Portnoff, illustre studioso e accademico francese di fama internazionale. Colgo l'occasione per ringraziarlo e rinviarlo a future occasioni e progetti. Al termine del contributo di André-Yves Portnoff, come sempre, collegamenti ipertestuali e percorsi di approfondimento. Tra questi, ri- condivido la ...

    – Piero Dominici

    Insieme, riscoprire la società del noi

    Insieme non è una parola di moda, ma è una di quelle parole che andrebbe riscoperta in questa società in drammatica trasformazione. Per riscoprire una società "del noi" capace di costruire un nuovo futuro. Prendiamolo dal lato buono. Stiamo vivendo un periodo molto interessante, di grandi cambiamenti e di nuove opportunità anche per una rivoluzione tecnologica che moltiplica la possibilità della conoscenza e affranca dai lavori usuranti, pericolosi, ripetitivi. Certo, ogni medaglia ha il suo rov...

    – Gianfranco Fabi

    La rinascita passa dal superamento dell'individualismo

    E' vero, dobbiamo cambiare strada su digitale, green e salute e realizzare le riforme che attendiamo da decenni; ma dobbiamo anche cambiare pelle. L'incubo della pandemia sta finendo e le circostanze cambiano. Dopo il torpore da isolamento pandemico, da svegli, oggi, ogni persona, ogni città e

    – di Carlo Carboni

    Le ultime lingue del mondo

    Un progetto meritorio, si chiama - liberamente tradotto - Gli ultimi parlanti di Paul Adams e Jordan Layton, qui il sito, raccoglie alcune foto degli ultimi uomini e donne che parlano lingue considerate ormai in via d'estinzione nel Nord America. Una riflessione su linguaggio, eredità, memoria e futuro. E perché no anche sull'habitat, il nostro modo, la capacità che avremo di misurarci con il pianeta nei prossimi decenni. Ovvero, quanto siamo disposti a imparare un nuovo linguaggio? Il modo in...

    – Mauro Garofalo

    Keynes e la «Teoria Generale» che ci fece capire meglio il mondo

    John Maynard Keynes morì 75 anni fa, domenica 21 aprile 1946, a Tilton, un villaggio del Sussex a sud di Londra. Era nato a Cambridge il 5 giugno 1883. Aveva dunque poco meno di 63 anni. La sua morte fu improvvisa, ma non inaspettata. Da anni versava in condizioni di salute precarie: nella

    – di Giorgio La Malfa

1-10 di 603 risultati