Ultime notizie:

Indici sintetici di affidabilità

    Reddito di cittadinanza, arrivano le pagelle della Gdf contro il lavoro nero

    Arrivano le pagelle contributive. Dopo gli indici sintetici di affidabilità fiscali (Isa), che hanno spedito in soffitta gli studi di settore, da quest'anno entrano in scena in via sperimentale anche gli «Isac»: nuovi indicatori in grado di valutare il livello di affidabilità contributiva di

    – di Marco Mobili e Giovanni Parente

    Isa, pronte altre 106 pagelle fiscali

    Con la fine dell'anno è arrivato al traguardo un altro cambiamento epocale per il Fisco italiano. Alle porte non c'è solo il debutto della fattura elettronica obbligatoria tra privati scattato dal 1° gennaio, ma anche l'addio definitivo agli studi di settore che hanno chiuso la loro esperienza con

    – di Marco Mobili e Giovanni Parente

    Fisco, fallito il tentativo di stanare gli evasori con le statistiche

    Se c'è stato un tempo in un cui il Fisco aveva l'ambizione di scovare l'evasione di cittadini e imprese per via statistica, quel periodo è ormai archiviato. Come dimostra la sorte del redditometro e degli studi di settore. Strumenti che fino a qualche anno fa erano considerati la killer application

    – di Cristiano Dell'Oste

    Incentivi prorogati e formazione 4.0, le misure per imprese e crescita

    Sotto il profilo degli interventi a sostegno delle imprese, Industria 4.0 guadagna più tempo e conquista anche una nuova gamba, quella della formazione. Nella legge di bilancio vengono infatti prorogati per il 2018 i benefici fiscali dei maxiammortamenti. Una ulteriore proroga è prevista se si paga

    Manovra: cambia il calendario fiscale, precompilata entro il 23 luglio

    Alla Camera, in commissione Bilancio, è ripresa questa mattina la maratona di voto sugli emendamenti alla manovra 2018. Tra le modifiche approvate, spicca la proroga di un anno degli studi di settore: i nuovi indici sintetici di affidabilità fiscale (Isa) che avrebbero dovuto prendere il loro posto

    – di Vittorio Nuti e Alessia Tripodi

    Studi di settore, ecco le categorie in testa agli «irregolari»

    I commercianti sono per gli studi di settore i contribuenti che risultano meno congrui con il fisco: al primo controllo solo il 57% risulta in regola con i redditi dichiarati. Ma poi si adeguano e i regolari salgono al 68,6% e, nel calcolo degli «irriducibili», vengono superati dal servizi e

    Partite Iva, prime 70 pagelle del Fisco entro fine anno e le altre 83 nel 2018

    Il Fisco accelera sulla strada dei nuovi Isa, gli indicatori sintetici di affidabilità fiscale, che prenderanno il posto degli studi di settore. L'amministrazione finanziaria e la Sose si avviano a chiudere entro la metà di novembre il varo dei primi 70 indicatori. Dopo di che, con la riunione

    – di Giovanni Parente

    Primi Isa per 1,4 milioni di contribuenti

    Nuovo tassello nel puzzle Isa. Con comunicato stampa di ieri sono stati resi noti dall'agenzia delle Entrate i primi 70 Isa (Indici sintetici di affidabilità) che andranno a sostituire, in modo graduale, gli studi di settore nelle dichiarazioni dei redditi del prossimo anno. Il provvedimento del

    – di Mario Cerofolini e Gian Paolo Ranocchi

1-10 di 42 risultati