Ultime notizie:

Inalca

    Il formaggio Asiago fa il pieno nei menù McDonald's (fornitura a +40% rispetto alle previsioni)

    Un successo al di sopra delle aspettative: in due mesi, a fronte delle 45 tonnellate previste, sono state oltre 1 milione le porzioni vendute, il 40% in più rispetto alle stime iniziali. E per questo si è scelto di mantenere in assortimento il prodotto fino a fine ottobre, con una previsione finale di vendita di oltre 220 tonnellate di Asiago DOP Fresco destinato ai menù McDonald's. La collaborazione fra il colosso dei fast food - McDonald's è presente in Veneto con 46 ristoranti in cui lavora...

    – Barbara Ganz

    Salvini a Mosca con le imprese: «Il regime delle sanzioni finirà»

    MOSCA - «Non è normale che io sia qui, di mercoledì pomeriggio - esordisce Matteo Salvini prendendo la parola in un hotel di Mosca all'Assemblea annuale di Confindustria Russia -. Voi dovreste essere in azienda, e io al ministero a occuparmi di antiterrorismo o di cyberattacchi. E invece ci

    – dalla nostra inviata Antonella Scott

    Nasce «Filiera Italia», alleanza a difesa delle eccellenze

    Il presidente della Coldiretti, Roberto Moncalvo, l'ha definita «un'iniziativa rivoluzionaria». Per la prima volta il mondo dell'agricoltura e quello dell'industria alimentare, spesso antagonisti, si sono messi insieme e hanno dato vita all'associazione Filiera Italia. Con un duplice obiettivo: da

    – di Micaela Cappellini

    Al Cibus di Parma l'industria alimentare fa scudo contro le imitazioni a tavola

    La tutela del made in Italy alimentare dalla contraffazione è una partita strategica che vale 90 miliardi all'anno. A tanto arrivano le nuove stime sul giro d'affari nel mondo dell'Italian sounding, che negli ultimi dieci anni è cresciuto a un ritmo del 70% e di cui gli Stati Uniti da soli

    – di Micaela Cappellini

    E-Marco Polo: la vetrina cinese online del made in Italy (che vende al 70% vino)

    Una piattaforma B2c per fornire ai consumatori cinesi i prodotti del made in Italy. E al suo primo anno di operatività in Cina, la start up E-Marco Polo conta oltre 70mila prodotti venduti, 2 milioni di visitatori unici, 220mila followers. E-Marco Polo Spa è una società controllata dal gruppo

    – di Emanuele Scarci

    Poco Made in Italy sulle tavole estere? Mancano le competenze, non le catene di Gdo

    In uno scenario di consumi alimentari interni fermi e di mercati esteri sempre più affamati di made in Italy, come conferma il +75% di export del nostro agrifood negli ultimi dieci anni, la via oltreconfine diventa obbligata per le imprese del settore. Facile a dirsi, meno a farsi. Perché quando su

    – di Ilaria Vesentini

    Nei panini McDonald's entrano cipolla di Tropea, aceto di Modena e provolone Igp

    «Vogliamo focalizzarci sempre più sull'italianità dei nostri prodotti e sulla qualità». Da profani e vista dall'esterno la frase dell'amministratore delegato di McDonald's Italia potrebbe sembrare un ossimoro. Invece, a suffragare le parole di Mario Federico ci sono i numeri: l'80% delle materie

    – di Carlo Andrea Finotto

    Nasce Filiera Italiana: in squadra Ferrero, Cremonini, Coldiretti, Donna Fugata, Maccarese

    Industria e mondo agricolo rompono il ghiaccio e cercano di istituzionalizzare un'intesa, finora sperimentato a singhiozzo. E' questo l'obiettivo della nuova realtà associativa "Filiera Italia", di cui è stato siglato l'atto costitutivo, promossa da Coldiretti, Ferrero, Inalca/Cremonini e Consorzio Casalasco (Pomì e De Rica) che ha tra i soci fondatori Bonifiche Ferraresi, Ocrim, Farchioni Olii, Cirio agricola, Donna fugata, Maccarese, Ol.Ma, Giorgio Tesi group, Terre Moretti (Bellavista) e Amen...

    – Emanuele Scarci

    Finanza e hi-tech per far crescere l'agricoltura

    La tecnologia e i fondi d'investimento puntano sul business agricolo. Un interesse rafforzato dalla svolta di Coldiretti che, ieri, in occasione del Forum internazionale dell'agricoltura e dell'alimentazione ha dichiarato, per mezzo del presidente Roberto Moncalvo che «Coldiretti si appresta a

    – di Emanuele Scarci

    «Le intese commerciali sono la linfa del settore»

    «Il contesto internazionale geopolitico non è semplice. Stiamo vivendo un momento globale difficile mentre si profilano misure protezionistiche, dazi e muri commerciali. Trovo quindi straordinario che, in questo scenario, l'export agroalimentare italiano stia crescendo del 6 per cento. E' la

    – di Roberto Iotti

1-10 di 77 risultati