Ultime notizie:

IMF

    2024: il sorpasso della Cina sugli Stati Uniti e la rivincita della classe media asiatica

    La classe media va in paradiso, ma solo in Cina. Anzi, solo nei Paesi asiatici. Secondo i dati della Banca mondiale e del FMI,  le multinazionali asiatiche come la cinese Huawei e l'indiana Tata contribuiranno ad aumentare il Pil dei rispettivi Paesi spingendole a occupare nei prossimi due anni la top five delle economie top. La partita non è chiusa, le guerre commerciali di Trump contro i produttori cinesi non sembrano però in grado di cambiare il tassi di crescita. Una possibile seconda pandem...

    – Luca Tremolada

    Great Lockdown, perché questa è una crisi diversa dalle altre

    Articolo uscito il 23  giugno 2o20  Cosa distingue la crisi economica e finanziaria scatenata dal Covid-19 da quelle passate? Sul blog del Fondo Monetario Internazionale  Gita Gopinath ha provato con tre grafici a rappresentare le discontinuità di questa con le crisi finanziarie degli anni passati. Il primo punto è l'estensione geografica. Il congelamento della produzione dovuta al lockdown ha coinvolto quasi tutto il Pianeta. Persino la crisi di Lehman Brothers del 2008 ebbe effetti più m...

    – Infodata

    2024: assalto al cielo della classe media asiatica. I campione del Pil secondo Fmi e Banca Mondiale

    La classe media va in paradiso, ma solo in Cina. Anzi, solo nei Paesi asiatici. Secondo i dati della Banca mondiale e del FMI,  le multinazionali asiatiche come la cinese Huawei e l'indiana Tata contribuiranno ad aumentare il Pil dei rispettivi Paesi spingendole a occupare nei prossimi due anni la top five delle economie top. La partita non è chiusa, le guerre commerciali di Trump contro i produttori cinesi non sembrano però in grado di cambiare il tassi di crescita. Una possibile seconda pandem...

    – Infodata

    L'egoismo dei Frugali e il caro vecchio vittimismo italiano

    Post di Fabrizio Ferrari, laureato magistrale in Economics presso l'Università Cattolica di Milano -  A latere del Consiglio Europeo straordinario iniziato venerdì, in Italia è ripartita la litania vittimistica contro il presunto egoismo dei cosiddetti frugal four (Svezia, Austria, Danimarca e Olanda), che recalcitrano all'idea di trasferire e/o prestare risorse all'Italia. Ma, assumendo un punto di vista obiettivo e distaccato ("wertfrei"), possiamo davvero sostenere-con cieco slancio patriot...

    – Econopoly

    Tre mesi vissuti pericolosamente: il Covid ha cambiato la finanza?

    Era dal 1975 che l'indice S&P 500 non guadagnava il 17% in circa 3 mesi, mentre il Nasdaq non incamerava un +28% dal 1999, ovvero poco prima dell'esplosione della bolla "dot.com". Cosa è successo? Andiamo con ordine: tutti ci ricordiamo metà marzo, il lockdown mondiale, Covid-19 in piena esplosione ed economia chiusa. Per il mercato borsistico tutto ciò ha un unico significato: il crollo peggiore dal 1929. Le principali piazze perdono tutte oltre il 10%, la svendita di titoli è enorme e a domin...

    – Orizzonti Politici

    I sette nodi economici che mettono a rischio la democrazia

     Il COVID-19 non cambierà il mondo. Chi detesta il capitalismo, l'immigrazione e l'inquinamento si augura che il virus li elimini tutti, e in un colpo solo. Tuttavia - come dimostrato da crisi del passato - cambiare è difficile. Solo un decennio fa, la crisi finanziaria globale del 2008 (global financial crisis - GFC) diede adito ad ambiziosi propositi di riforma - tutti disattesi. Uno status quo pericoloso. Cambiare è necessario: in assenza di decisioni coraggiose, l'aumento della disuguaglian...

    – Alessandro Magnoli Bocchi

    Great Lockdown, perché questa è una crisi diversa dalle altre. La spiegazione in tre grafici

     Cosa distingue la crisi economica e finanziaria scatenata dal Covid-19 da quelle passate? Sul blog del Fondo Monetario Internazionale  Gita Gopinath ha provato con tre grafici a rappresentare le discontinuità di questa con le crisi finanziarie degli anni passati. Il primo punto è l'estensione geografica. Il congelamento della produzione dovuta al lockdown ha coinvolto quasi tutto il Pianeta. Persino la crisi di Lehman Brothers del 2008 ebbe effetti più modesti sulla produzione mondiale. P...

    – Infodata

    Generazione lockdown: perché a pagare la crisi saranno i giovani

    Le previsioni parlano chiaro: il periodo post-lockdown sarà caratterizzato da una grave recessione e da un alto tasso di disoccupazione a livello globale. Il Fondo monetario internazionale (Fmi) nel suo ultimo rapporto ha dichiarato che l'economia mondiale subirà una contrazione pari al 3% per l'intero 2020, mentre l'Italia dovrà affrontare una riduzione del Pil pari al 9,1% confermandosi uno dei Paesi più colpiti. A pagare il conto più salato, se la politica non interverrà immediatamente, saran...

    – Orizzonti Politici

    Il Pil kafkiano e il mito della caduta: per ogni fonte una stima diversa

    Qualcuno, in preda all'esoterismo economico, forse tramortito da infauste divinazioni numerologiche, s'è provato a fare stime sul PIL che avrebbero fatto impallidire finanche un cabalista inveterato: in sostanza, costui, leggendo d'un calo del 'quattro virgola qualcosa' in un trimestre, ha pensato di poter moltiplicare questa cifra per il numero dei trimestri, così da ottenere una contrazione prossima al 20%. Altri - non si sa con quale metodo - s'è pure spinto a denunciare una soglia di crollo ...

    – Francesco Mercadante

1-10 di 756 risultati