Ultime notizie:

Il Wwf

    Mufloni, all'Isola del Giglio ora c'è l'intesa tra Wwf, Lav e Parco

    Intesa tra il Parco Arcipelago Toscano e le associazioni ambientaliste Lav e Wwf per i mufloni dell'Isola del Giglio, in provincia di Grosseto. Nell'accordo sottoscritto oggi il parco si impegna a "sospendere le operazioni di abbattimento dei mufloni previste dal progetto Let's Go Giglio", a "intensificare le operazioni di cattura e trasporto presso altre località con modalità che tengano conto del benessere animale", a "costituire un gruppo di lavoro formato da esperti e tecnici designati e da ...

    – Guido Minciotti

    Aule Natura: il progetto di WWF e P&G per la sostenibilità ambientale in Italia

    Il WWF lavora da sempre con le aziende, perché ha identificato il settore privato come un partner prioritario per il raggiungimento degli obiettivi che l'associazione si è prefissata. Con la loro capacità di innovare, la forza finanziaria e l'interazione continua con stakeholder esterni, fornitori,

    – CONTENUTO PUBBLICITARIO

    Due francobolli dedicati a orso marsicano e lucertola delle Eolie

    Due specie animali in pericolo sono state scelte per illustrare i due francobolli italiani dedicati quest'anno all'Europa. Il primo francobollo, valido per la posta ordinaria fino a 20 grammi, mostra la lucertola delle Eolie (Podarcis raffonei) che è ormai estinta in quasi tutto l'arcipelago eoliano e sopravvive solo in una piccola zona dell'Isola di Vulcano e in tre faraglioni a breve distanza dalla costa, due dei quali tutelati come riserve naturali integrali. L'ORSO MARSICANO SOPRAVVIVE CO...

    – Guido Minciotti

    Abruzzo, orso e investito e ucciso in A25: le critiche ambientaliste

    Il giorno dopo l'investimento di un giovane esemplare di orso marsicano, ucciso sull'autostrada A25 in Abruzzo, arrivano le prese di posizione delle associazioni ambientaliste. L'incidente è avvenuto l'altra notte tra Avezzano e Celano (L'Aquila), quando un veicolo si è poi allontanato senza fermarsi. La perdita dell'animale, un maschio di 3/4 anni di circa 200 kg, è un grave danno per la conservazione di una specie già in condizioni critiche: sono rimasti meno di 60 esemplari di orso bruno mars...

    – Guido Minciotti

    Il Tar Trento dice no agli abbattimenti "automatici" degli orsi

    Il Tribunale amministrativo regionale di Trento dice no all'abbattimento automatico da parte della Provincia degli orsi problematici accogliendo un ricorso del Wwf. In una sentenza pubblicata ieri, i giudici del Tar sottolineano che nei casi accertati di aggressioni con contatto fisico con l'uomo da parte dei plantigradi va seguito l'iter previsto dal piano d'azione Pacobace, con gradualità d'intervento prima di arrivare, come estremo rimedio, all'eventuale abbattimento, sempre con l'autorizzazi...

    – Guido Minciotti

    Perché anche il mondo del business deve reagire all'allarme dell'Onu

    «E' inequivocabile che l'influenza dell'azione umana ha portato al riscaldamento dell'atmosfera, degli oceani e della Terra». Non lascia spazio a dubbi l'allarme lanciato a metà agosto dall'Ipcc (Gruppo intergovernativo per i cambiamenti climatici), la massima autorità scientifica mondiale sul

    – di Fabio Pompei

    Tartarughe marine, il Wwf ha contato 62 nidi in quattro regioni

    La prima schiusa in Sicilia è iniziata lo scorso 6 agosto ad Avola, in provincia di Siracusa, sotto lo sguardo dei volontari e degli esperti Wwf. In questo momento sono ben 8 i nidi in schiusa nella zona fra Ragusa e Siracusa e si contano oltre 400 piccole tartarughine che hanno già conquistato il mare per iniziare la loro vita. L'ultimo nido si è schiuso ieri sera a Sampieri, in provincia di Ragusa e sono già oltre 37 le neonate emerse. Fra Sicilia, Basilicata, Puglia e Calabria sono in totale ...

    – Guido Minciotti

    Wwf: gli allevamenti intensivi producono il 14,5% dei gas serra

    Il settore che utilizza le risorse naturali ed "è il maggior responsabile della crisi ecologica che stiamo affrontando è quello alimentare: in primis la filiera della carne di cui gli allevamenti intensivi sono da soli responsabili del 14,5% delle emissioni totali di gas serra, utilizzano circa il 20% delle terre emerse come pascolo e il 40% dei terreni coltivati per la produzione di mangimi. Gli animali commerciati o allevati in modo non sostenibile sono, inoltre, pericolose fonti di malattie z...

    – Guido Minciotti

1-10 di 332 risultati