Ultime notizie:

Ihi

    Astaldi, pronto il concordato in bianco

    A ciò si associa anche il fatto che a fine mese scadrà il mandato a Jp Morgan, banca che avrebbe dovuto garantire l’inoptato dell’aumento di capitale da 300 milioni, funzionale tra l’altro all’ingresso dei giapponesi di Ihi.

    – di Laura Galvagni, Marigia Mangano

    Salvataggio Astaldi al rush finale, vertice con le banche sul debito

    Come è noto, senza la valorizzazione dell’asset turco di fatto non scatta la garanzia di Jp Morgan sulla parte di aumento potenzialmente inoptata, ossia 150 milioni considerato che la quota restante dovrebbe venir sottoscritta dai soci storici (la famiglia Astaldi) e dalla giapponese Ihi.

    – di Laura Galvagni

    Astaldi ancora giù, aggiorna i minimi storici dopo Moody's

    Astaldiancora giù dopo il taglio di rating di Moody's: il titolo aggiorna i minimi storici a 1,132 euro ed è arrivato a perdere quasi il 6%. Dopo S&P's e Fitch, anche Moody`s ha rivisto al ribasso il rating di Astaldi portandolo da Caa2 a Caa1 e confermando l`outlook negativo. «Come per le altre

    – di Chiara Di Cristofaro

    Astaldi scivola ai minimi storici sul rebus Ponte Bosforo

    L'ulteriore rallentamento della cessione delle quote della joint venture che ha in concessione il Terzo Ponte sul Bosforo influisce sull'intero piano di rafforzamento patrimoniale di Astaldi (aumento di capitale e rifinanziamento del debito), essendo tra le clausole sia per l'ingresso del gruppo Ihi nel capitale sia per la formazione del consorzio di garanzia.

    – di Stefania Arcudi

    Argentina e Turchia spaventano i listini. Il tasso sui BTp sale al 3,20%

    L'aggravarsi della crisi finanziaria argentina e la nuova caduta della lira turca (-4,5% a 6,3 per un dollaro) sulle voci di dimissioni del vice governatore della banca centrale turca, all'indomani del downgrade di Moody's sugli istituti di credito locali, hanno penalizzato tutte le Borse europee

    – di S. Arcudi e A.Fontana

    Astaldi, riassetto sul Bosforo nel caos della Turchia

    La tempesta finanziaria d'agosto della Turchia scuote in pieno il ponte sul Bosforo e, dopo il Venezuela, un'altra tegola imprevista cade su Astaldi. A fine luglio tutto sembrava fatto per l'attesa vendita del ponte, di proprietà del costruttore romano: ora con la Turchia improvvisamente diventata

    – di Simone Filippetti

    Astaldi vede la luce: si vende la Turchia e arriva nuovo socio

    Astaldi fa un grosso passo avanti verso la «Zona Salvezza». L'attesa assemblea straordinaria, chiamata a votare una maxi-ricapitalizzazione da 300 milioni, ha dato il via libera al piano di messa in sicurezza del colosso romano delle costruzioni, gravato da debiti per 1,2 miliardi. Ma soprattutto è

    – di Simone Filippetti

    Astaldi cede il Ponte sul Bosforo: gruppi turchi in pole position

    Due offerte da gruppi turchi e il resto da conglomerate asiatiche, fra le quali la cinese Cmg. La cessione della joint venture che ha costruito il Ponte sul Bosforo sembra alle fase finali. Secondo le indiscrezioni Citi e Morgan Stanley, cioè gli advisor del veicolo che controlla il Ponte, frutto di un'alleaanza fra Astaldi e l'azienda turca Ic Ictas, sarebbero alla fase finale e starebbero raccogliendo le offerte vincolanti. E proprio dalla Turchia potrebbe arrivare l'atteso compratore. Secon...

    – Carlo Festa

    Rally di Astaldi, la cessione del ponte sul Bosforo ormai vicina

    Astaldi in evidenza a Piazza Affari, dove le quotazioni della società sono sostenute dalle indiscrezioni, riportate dal Sole 24 Ore, che danno ormai nelle fasi finali la cessione della joint venture che controlla il terzo ponte sul Bosforo. Secondo il quotidiano, gli advisor Citi e Morgan Stanley,

    – di Paolo Paronetto

    Milano chiude in rosso nel giorno della fiducia a Conte, lo spread risale

    Giornata nervosa per Piazza Affari, segnata dall'esordio del premier Giuseppe Conte al Senato. La Borsa milanese, dopo una mattinata in altalena, alla fine ha allargato le perdite e chiuso la seduta con un rosso dell'1,18% sotto i 21.800 punti, con lo spread che ha chiuso in netto rialzo a 239

    – di P. Paronetto e E. Miele

1-10 di 53 risultati