Persone

Ignazio Visco

Ignazio Visco è nato il 21 novembre del 1949 a Napoli ed è un economista italiano. Governatore della Banca d'Italia dal 1° novembre 2011 e riconfermato per un secondo mandato il 27 ottobre 2017.

In quanto Governatore della Banca d'Italia, è anche Presidente del Direttorio integrato dell'Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni (IVASS), membro del Consiglio direttivo e del Consiglio generale della Banca centrale europea (BCE), del Consiglio generale del Comitato europeo per il rischio sistemico (CERS), del Consiglio di amministrazione della Banca dei regolamenti internazionali (BRI), del Comitato direttivo del Financial Stability Board (FSB), dei Consigli dei governatori della Banca Mondiale, della Banca asiatica di sviluppo (ADB), del Fondo monetario internazionale (FMI) e della Banca interamericana di Sviluppo (IADB); partecipa alle riunioni finanziarie del G7, del G10 e del G20.

Laureatosi nel 1971 in Economia e Commercio alla Sapienza di Roma con il massimo dei voti, viene assunto l’anno successivo in Banca d’Italia ed inviato alla University of Pennsylvania per completare gli studi qui consegue un Master of Arts (1974) e un Ph.D. in Economics (1981).

Tornato in Italia nel 1974, è assegnato al Servizio Studi, di cui diviene Capo nel 1990. Coordina il Gruppo di lavoro per la costruzione del Modello trimestrale dell'economia italiana (1983-86), partecipa allo studio e alla definizione di interventi di politica monetaria e del cambio, rappresenta l'Istituto e ricopre incarichi in organismi nazionali (tra i quali, Istat, CNEL, CNR e Presidenza del Consiglio dei Ministri) e internazionali (OCSE, UE, BRI).

Dal 1997 al 2002 è chief economist e direttore del dipartimento economico dell'Ocse.

Autore di diverse pubblicazioni,è stato co-direttore della rivista Politica economica, membro del Gruppo consultivo per il settore economia della Società Editrice "Il Mulino", del Comitato consultivo della Scuola Normale Superiore di Pisa, del Comitato scientifico della Scuola Superiore di Economia (SSE) di Venezia e presidente del Consiglio scientifico dell'International Center for Monetary and Banking Studies di Ginevra.

E' membro della Società Italiana degli Economisti, della Società Italiana di Statistica, dell'American Economic Association, del Consiglio italiano per le Scienze Sociali e dell'Associazione "Il Mulino".

Ha ricevuto diverse onorificenze: Cavaliere dell'Ordine al merito della Repubblica italiana (2 giugno 1991), Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica italiana (27 dicembre 1993), Commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica italiana (2 giugno 2002), Grande ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica italiana (2 giugno 2007) e Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana (25 ottobre 2011).

Ignazio Visco è sposato ed è padre di tre figlie.

Ultimo aggiornamento 27 ottobre 2017

ARGOMENTI CORRELATI: Politica | Ignazio Visco | Repubblica Italiana | Ocse | Consiglio nazionale delle ricerche | Istat | Cnel | Società Italiana di Statistica | Presidenza del Consiglio dei Ministri | International Studies | Global | American Economic Association | Eastern Economic Association | Comitato Economico | Bri | Banca d'Italia | Master | International Center for Monetary | Società Editrice Il Mulino | Mario Draghi | Of Arts | Scuola Superiore di Economia | Supplenti | Quantitative Economics |

Ultime notizie su Ignazio Visco

    Una riforma fiscale vera richiede tempo, risorse, visione e coesione

    La pandemia sembrava aver frenato le promesse della politica di riordinare, semplificare e alleggerire il fisco. Poi, un po' a sorpresa, a margine degli Stati generali voluti dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, si è nuovamente tornati a parlarne.

    – di Salvatore Padula

    Consumi, costi e benefici del taglio dell'Iva

    Il governo pensa a una misura per far ripartire i consumi. Ma intervenire sulla principale imposta indiretta, al di fuori di un disegno organico (che coinvolga l'Irpef) non è la ricetta giusta

    – di Dino Pesole

    Recovery Fund e Mes, nessun fondo è gratis. Neanche il piano Marshall lo è stato

    Come ha sottolineato il governatore di Bankitalia Ignazio Visco, i fondi europei «andranno pagati e per questo devono essere spesi bene, in infrastrutture e progetti utili», senza «perderli in rivoli». Anche l'allora ministro del Bilancio Luigi Einaudi nel 1948 disse che il denaro del fondo-lire doveva necessariamente servire a opere di ricostruzione

    – di Guido Gentili

    L'impatto del Covid-19 sulla speranza di vita. La popolazione italiana si ridurrà di tre milioni entro 2035

    La popolazione italiana di età compresa tra 15 e 64 anni si ridurrà di oltre 3 milioni nei prossimi quindici anni. Lo scrive Bankitalia e lo ha ricordato Ignazio Visco nella sua ultima relazione annuale. "Le nostre proiezioni demografiche non sono favorevoli, anche tenendo conto del contributo dell'immigrazione stimato da Eurostat in circa 200.000 persone in media all'anno". Le conseguenze del Covid-19 si faranno sentire anche sul nostro profilo demografico. Ragionando sul lungo termine  perché ...

    – Infodata

    Banche e credito, dal Covid-19 una selezione darwiniana

    Post di Luke Jonathan Brucato, sales and markets director presso Prelios, e Marco Giannantonio, senior vice president di Prelios [1] - "Anche nel settore dell'intermediazione finanziaria la crisi sanitaria e le misure di contenimento hanno reso ancora più tangibili i vantaggi delle soluzioni digitali. Non potrà che derivarne un'accelerazione degli investimenti in nuove tecnologie". Tale virgolettato non è del fondatore di una Fintech bensì del Governatore di Banca d'Italia Ignazio Visco L'arti...

    – Econopoly

1-10 di 1518 risultati