Ultime notizie:

Ibrahim Mahama

    Il Ghana rilegge la sua storia attraverso l'arte

    Una delle pių attese novitā della 58Š Biennale di Venezia, l'approdo in laguna del padiglione del Ghana, ha soddisfatto le aspettative. Situato all'Arsenale, č stato concepito come una rappresentazione plurale e transgenerazionale, su suggerimento del curatore ed ex direttore artistico della

    – di Sara Dolfi Agostini

    Il talento scoperto prima della Biennale

    In tempi non sospetti diversi artisti che vedremo in Biennale sono entrati far parte della Collezione di Mauro De Iorio. Medico radiologo, colleziona da circa 15 anni. Possiede circa 500 opere con un ritmo di acquisto di 20-30 opere all'anno. Tra gli artisti presenti in Biennale ben 19 sono nella

    – di Maria Adelaide Marchesoni

    Arte africana in crescita, ben rappresentata nelle collezioni private italiane

    Da ormai una decina d'anni, quando Bonhams ha creato a Londra un dipartimento d'arte africana contemporanea, l'Africa sembra essere l'ultima frontiera del mercato dell'arte. Sono nate fiere specializzate come 1:54, dal 2013 a Londra, poi a New York (5-7 maggio) e ora si parla anche di un'edizione a

    – di Silvia Anna Barrilā e Maria Adelaide Marchesoni

    Londra, l'arte africana contemporanea con 1:54 conquista l'interesse internazionale

    Dal 6 al 9 ottobre la Somerset House di Londra si č trasformata nell'hub dell'arte africana contemporanea grazie alla fiera 1:54, giunta alla sua quarta edizione. I 17.000 visitatori sono stati accolti da una grande installazione che quest'anno per la prima volta occupava il grande cortile della

    – di Silvia Anna Barrilā

    La fiera 1:54 porta in primo piano l'arte africana, grande successo di vendite

    Il titolo č una sorta di codice numerico, 1:54 e, per esteso significa 1 paese, 54 stati. Il riferimento č alla fiera d'arte africana, svoltasi a Londra in parallelo con Frieze che ha chiuso la sua terza edizione domenica 18 ottobre. Nata nel 2013 grazie alla caparbia volontā di Touria El Glaoui

    – di Riccarda Mandrini

    Londra, cresce l'attenzione per l'arte africana contemporanea

    L'arte africana contemporanea č l'ultima frontiera inesplorata del mercato dell'arte, ma sembra non lo rimarrā ancora per molto. Cresce, infatti, non solo il collezionismo all'interno del continente, ma anche l'attenzione da parte di istituzioni internazionali, con musei come la Tate che hanno

    – di Silvia Anna Barrilā