Aziende

Ibm

International Business Machines Corporation, comunemente conosciuta come Ibm o Big Blue, è la più grande azienda informatica del mondo ed anche una delle più antiche. Con un organico di 400 mila dipendenti circa, la società americana opera nel complesso in 170 Paesi e produce microprocessori, supercomputer, server, software per lo sviluppo e la gestione di infrastrutture informatiche.

Fondata nel 1888 ad Endicott, vicino a New York, l’azienda ha assunto l’attuale ragione sociale nel 1911, per volontà di Thomas J. Watson che ha rilevato l’attività di Hermann Hollerith, l’inventore della scheda perforata. Dopo la quotazione alla Borsa di New York, nel 1927 è stata inaugurata la filiale italiana e nel 1995 è nata la divisione software della società. Nel 2004 Ibm Corporation ha ceduto a Lenovo (azienda leader in Cina e sui mercati asiatici attiva nella produzione di PC, Cellulari, server e periferiche) Pc Global, la parte dell'azienda che produce computer desktop e portatili.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Software | IBM | Big Blue | Hermann Hollerith | Thomas J. Watson | Wall Street | Ibm Corporation | New York | International Business Machines Corporation |

Ultime notizie su Ibm

    «La ricerca rivoluziona il business. In attesa del quantum computing»

    Alessandro Curioni è Ibm Fellow(il più alto grado a cui possa aspirare uno scienziato che lavora per Big Blue) e vicepresidente di Ibm Europa, con la responsabilità del Research Lab di Zurigo. Classe 1967, nato a Como, laureato a Pisa in chimica teorica, Phd alla Normale, ha iniziato a lavorare con Ibm nel ’93, ancora prima di ottenere il dottorato. ...sono entrato in Ibm.

    – di Antonio Dini

    Huawei, perché l'arresto di Meng Wanzhou mette in crisi la tregua Usa-Cina

    E' stata arrestata il primo dicembre, ma la notizia è rimbalzata sulle agenzie solo nella tarda serata del cinque, dopo l'indiscrezione lanciata dal giornale canadese Globe and Mail. Da lì Meng Wanzhou, fermata a Vancouver, con un mandato di cattura emesso dagli Stati Uniti, è diventato

    – di Biagio Simonetta

    La corsa dei big agli uffici di Milano

    Porta Nuova, centro storico e Porta Romana sono le tre aree milanesi in trasformazione. Un fermento trasversale percorre l'immobiliare in città nella ricerca di nuovi spazi da affittare. Un trend innescato tempo fa con l'arrivo intorno a piazza Gae Aulenti e di Unicredit degli headquarter di

    – di Paola Dezza

    Gli scacchi nell'era degli algoritmi. Magnus Carlsen è campione del mondo

    1. Il norvegese considerato il miglior scacchista del mondo nel gioco rapido e nelle partite lampo ha vinto su l'italo americano Fabiano Caruana. Era dai tempi dei cinque match consecutivi tra Garry Kasparov e Anatoly Karpov nella seconda metà degli anni Ottanta che non si verificava una situazione del genere. Info Data che di default ama gli scacchi e i giochi di strategia in genere propone uno spiegone sul mondo degli scacchi. Con numeri, statistiche e curiosità. Gli scacchi sono un hobby pr...

    – Infodata

    La «nuvola» di Amazon Aws cambia pelle e diventa più «fisica»

    Aws, la divisione indipendente dedicata al cloud di Amazon, cambia pelle e diventa sempre più "fisica". Da Outpost, in partnership con VMware, una linea di server da installare nel datacenter dei clienti per un "cloud fatto in casa", a Inferentia, una linea di chip su misura per il deep learning

    – di Antonio Dini

    Magnus Carlsen è campione del mondo. Gli scacchi nell'era degli algoritmi

    Dopo le 12 patte in 12 incontri Magnus Carlsen si conferma per la terza volta campione mondiale di scacchi. Prevale nelle prime partite a tempo veloce (25 minuti). Il norvegese considerato il miglior scacchista del mondo nel gioco rapido e nelle partite lampo ha vinto su l'italo americano Fabiano Caruana. Era dai tempi dei cinque match consecutivi tra Garry Kasparov e Anatoly Karpov nella seconda metà degli anni Ottanta che non si verificava una situazione del genere. Nell'infografica che segue...

    – Fabio Fantoni

    In palestra si corre nella cloud e il coaching diventa virtuale

    Poche aziende italiane possono vedersi riconosciuto il merito di avere davvero rivoluzionato un intero settore, proponendosi al mondo come un modello da copiare. Technogym è una di queste. Chiunque sia entrato in una palestra e salito su un attrezzo come un tapis roulant, un vogatore o una cyclette

    – di Riccardo Oldani

    Aggiornamenti su tecnologie, cultura digitale e inclusione sociale

    Dal 2012, alla Camera dei Deputati, si svolge un incontro nel quale viene monitorata l'evoluzione della tecnologia in rapporto all'inclusione sociale, ragionando anche sul livello di cultura digitale in Italia. Si tratta del convegno Tecnologia Solidale, promosso fin dalla prima edizione da Antonio Palmieri, deputato Forza Italia, membro della Commissione Cultura, Scienza, Istruzione della Camera dei Deputati. Nell'edizione di quest'anno del convegno, interverranno esponenti dei media, di azie...

    – Gabriele Caramellino

    Amazon Aws, Microsoft e Google: la guerra delle nuvole arriva in Italia

    Quello del cloud è una partita muscolare. Contano i numeri, i server, la tecnologia e anche le distanze. Amazon Web Services, la nuvola di Jeff Bezos che da sola vale il 60% degli utili operativi del gruppo ha annunciato martedì che porterà i proprio datacenter in Italia. Parliamo di almeno 900mila

    – di Luca Tremolada

1-10 di 1962 risultati