Ultime notizie:

HRW

    Chi è Michelle Bolsonaro, la nuova first lady del Brasile

    Nota dell'autrice: questo articolo era nato con un'intenzione ironica, quasi satirica: quella di raccontare una donna capace di muovere come unica critica al marito il non saper riordinare la cucina dopo la colazione. Jair Bolsonaro, come ha sottolineato anche Human Rights Watch in una preoccupata

    – di Chiara Beghelli

    Liberismo e catastrofi: come fare soldi sulle sciagure altrui

    Amici liberisti e amiche liberiste volete fare soldi con le catastrofi ma non sapete come? Adesso vi do un paio di dritte. I romani (gente saggia!) erano soliti dire "morte tua vita mia"; la loro frase è, a mio avviso, ancora estremamente attuale. Addirittura Tertulliano, un abitante di Cartagine del secondo secolo (anno più anno meno), sosteneva che "in realtà pestilenze, carestie, guerre, terremoti devono essere considerati come dei rimedi per le nazioni, come mezzi per mondare la lussuria de...

    – Enrico Verga

    Il grido di dolore dei rohingya arriva al Consiglio di Sicurezza Onu

    Dopo venti giorni di violenze, dopo l'esodo di 370mila profughi, dopo un numero imprecisato di villaggi dati alle fiamme, dopo 400 morti (secondo la poco credibile cifra fornita dal Governo birmano), finalmente la Comunità internazionale sembra sul punto di perdere la pazienza con il Myanmar della

    – di Gianluca Di Donfrancesco

    Il Myanmar e San Suu Kyi non hanno pietà della minoranza rohingya

    «Il nostro scopo finale dovrebbe essere creare un mondo dove non ci siano più i profughi, i senza casa e i senza speranza, un mondo in cui ogni singolo angolo sia un vero santuario, dove chi vi risiede abbia la libertà e la capacità di vivere in pace». Questo l'appello di Aung San Suu Kyi nel

    – di Gianluca Di Donfrancesco

    Scene di pulizia etnica nel Myanmar del Nobel San Suu Kyi

    Chi può permetterselo compra un passaggio in barca, chi non può tenta la sorte via terra o magari guadando il fiume Naf, che per 35 chilometri divide il Myanmar, un inferno, dove si rischiano morte, torture e stupri, dal Bangladesh, un altro inferno, dove si sopravvive a stento in campi profughi.

    – di Gianluca Di Donfrancesco

    Gianluca che vuole disegnare per aiutare gli altri

    Caro Diario, debbo la scoperta Gianluca Costantini alla congiunzione di uno speech e di una vignetta. Lo speech è quello che ho tenuto venerdì scorso al Campus Party, te l'ho raccontato qui, la vignetta è quella che mi sono ritrovato ieri disegnata da Gianluca per Lega Nerd. Lo sai come mi prende in questi casi, dopo aver pubblicato la vignetta nel post con un paio di righe di accompagno ho cominciato a curiosare, e così ho scoperto di essere connesso a Gianluca sui social e gli ho scritto per r...

    – Vincenzo Moretti

    Il Venezuela, il fallimento socialista ed il grande silenzio della sinistra

    Il Venezuela è nel caos più totale. Crisi politica, sociale, economica. In altre parole, ci troviamo di fronte all'ennesimo fallimento dell'ideologia socialista. Uno degli aspetti più incredibili di questa triste vicenda è il silenzio assordante della classe intellettuale e dirigente di sinistra. Se, infatti, durante il periodo Chavista (1999-2013), il Venezuela ci è stato spesso, erroneamente, presentato come una storia economica di grande successo, nel corso di questi ultimissimi anni la retor...

    – Giovanni Caccavello

    L'odissea dei rohingya e la vergogna del Myanmar

    Villaggi distrutti, case date alle fiamme, stupri, uomini disarmati pestati e uccisi, insieme a donne e bambini. Il dramma dei rohingya, la minoranza musulmana (1,3 milioni di persone), sottoposta da anni a una spietata persecuzione nel buddhista Myanmar, registra ogni giorno di nuove atrocità.

    – di Gianluca Di Donfrancesco

1-10 di 46 risultati