Persone

Hosni Mubarak

Hosni Mubarak ha ricoperto dal 14 ottobre 1981 al febbraio 2011 la carica di Presidente dell’Egitto, essendo stato rieletto per quattro volte: nel 1987, 1993, 1999 e 2005.

Nato il 4 maggio 1928, Hosni Mubarak ha assunto la Presidenza del Paese africano dopo che il suo predecessore Sadat venne assassinato in un attentato organizzato da fondamentalisti islamici. Entrato dopo le scuole superiori nell’Accademia Militare Egiziana e nel 1950 nell’Accademia Aeronautica, nella quale ha conseguito un Diploma in Scienze Aeronautiche, Hosni Mubarak, tra il 1967 e il 1972, durante la guerra fra Egitto e Israele, è stato nominato Capo di Stato Maggiore delle Forze Aeree Egiziane. Nel 1972 è diventato anche Comandante delle Forze Aeree Egiziane e vice-Ministro della Guerra, mentre nel 1973, in seguito alla Guerra del Kippur, combattuta sempre contro Israele, Hosni Mubarak è stato promosso al rango di Maresciallo dell'Aria. Nominato nel 1975 Vicepresidente dell'Egitto, nel 1978 è scelto come Vicepresidente del Partito Nazionale Democratico.

L'11 febbraio 2011 dopo la rivolta di Piazza Tahrir, al Cairo, Mubarack si dimette.

Dopo un periodo di detenzione in prigione viene trasferito in un ospedale militare. Subisce diversi processi per accuse di corruzione e appropriazione indebita e per l'uccisione di manifestanti durante la rivoluzione del 2011. Condannato all'ergastolo nel 2012 per la repressione della protesta, la sentenza viene però annullata. Il 24 marzo 2017, dopo 6 anni, viene scarcerato.

Ultimo aggiornamento 24 marzo 2017

ARGOMENTI CORRELATI: Politica | Hosni Mubarak | Forze aeree egiziane | Egitto | Accademia Aeronautica | Israele |

Ultime notizie su Hosni Mubarak

    Confessioni di un fotoreporter

    C'era molto romanticismo, abbastanza per convincersi che quei giovani che si stavano schierando apertamente contro il potere autoritario di Hosni Mubarak avrebbero portato il paese verso la primavera dei diritti.

    – Francesca Milano

    Immigrati? Li abbiamo creati noi. Si chiudono i porti e si trascura la storia

    Come spesso accade, il dibattito su temi d'attualità appare del tutto slegato dalla storia, dalla conoscenza e - mi sia concesso! - dall'esperienza fatta sui banchi di scuola. Si parla della questione 'migranti' e del caso Aquarius, ma nessuno sembra ricordare il colonialismo moderno e contemporaneo, neppure i più colti tra i salviniani. Il continente africano è stato colonizzato per quasi un millennio, il suo territorio è stato oggetto di continue e sanguinose spartizioni, le sue risorse sono s...

    – Francesco Mercadante

    Egitto, la bassa affluenza mette in ombra un plebiscito annunciato

    Il solo dato importante in quella che sin dall'inizio è apparsa la cronaca di un plebiscito annunciato era l'affluenza. Il presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi sapeva bene quanto fosse rilevante. Solo un'alta partecipazione avrebbe legittimato, non solo agli occhi del mondo, ma anche a quelli

    – di Roberto Bongiorni

    In Egitto Al-Sisi contro al-Sisi, cronaca di un plebiscito annunciato

    La definizione più efficace per descrivere le elezioni presidenziali in corso in Egitto l'ha scritta il quotidiano panarabo al-Araby : «Al-Sisi contro Al-Sisi». In questa scontata elezione, che si preannuncia come la cronaca di un plebiscito annunciato, l'attuale presidente egiziano, Abdel Fattah

    – di Roberto Bongiorni

    Il Mondiale 2022 in Qatar tra calcio, petrodollari e terrorismo

    Gli attentati a firma Isis provocano ripercussioni politiche nel mondo arabo. Egitto, Arabia Saudita, Emirati Arabi e Bahrein hanno infatti annunciato lo stop dei rapporti diplomatici con il Qatar, in seguito a crescenti tensioni tra i Paesi del Golfo circa il presunto appoggio qatariota a gruppi islamisti. In questo scenario pubblichiamo alcuni stralci estratti dal libro «I veri padroni del calcio» scritto dal giornalista del Sole24Ore Marco Bellinazzo (Feltrinelli editore) - Dal Sole 24 Ore ...

    – Marco Bellinazzo

    Il Qatar e il calcio, promozione unica per il paese

    Gli attentati a firma Isis provocano ripercussioni politiche nel mondo arabo. Egitto, Arabia Saudita, Emirati Arabi e Bahrein hanno infatti annunciato lo stop dei rapporti diplomatici con il Qatar, in seguito a crescenti tensioni tra i Paesi del Golfo circa il presunto appoggio qatariota a gruppi

    – di Marco Bellinazzo

    Uccisi in Egitto 28 cristiani copti

    Vestiti con le divise militari, i 10 terroristi hanno fermato l'autobus diretto al monastero di Anba Samuel. Una volta saliti a bordo hanno aperto il fuoco contro i passeggeri. Inclusi bambini, donne e anziani. La furia omicida non ha risparmiato nessuno. E mentre uccidevano, filmavano, ed

    – Roberto Bongiorni

    «Palestina entro i confini del 1967». Cosa c'è dietro la svolta di Hamas

    In questo conflitto, il più antico e irrisolto fra i molti mediorientali, le buone notizie vanno prese con beneficio d'inventario: c'è sempre il pericolo che dietro si celi un inganno. Ma proprio perché le ragioni di ottimismo sono così rare nell'ultracentenario confronto tra israeliani e

    – di Ugo Tramballi

    Egitto, libero l'ex presidente Mubarak

    Hosni Mubarak è libero. Ha già raggiunto la sua residenza a Heliopolis. Dopo quasi sei anni di detenzione. E agli occhi dei molti egiziani che avevano partecipato alla primavera araba, sperando in un cambiamento radicale della società egiziana, la scarcerazione dell'ex presidente egiziano può

    – di Roberto Bongiorni

1-10 di 519 risultati