Aziende

Hermes

Storica casa di moda francese, Hermes viene fondata nel 1837, a Parigi, dal sellaio Thierry Hermes, che ha l’idea di aprire una bottega per la realizzazione di bardature e finimenti per cavalli. La svolta verso il mondo della moda è avvenuta nel 1920, quando il nipote del fondatore, Emile Maurice Hermes, ha iniziato a produrre vestiti in pelle di daino. Sette anni più tardi viene lanciata una collezione di gioielli ispirati al mondo equestre, mentre è messa in produzione nel 1929 la prima collezione femminile disegnata dalla stilista Lola Prusac. Nel 1949 Hermes ha lanciato l’innovativo sistema di pret a porter su misura, simboleggiato dall'abito da donna Hermeselle in cotone stampato, mentre il primo successo internazionale è arrivato nel 1956, grazie all’attrice Grace Kelly che ha fatto da testimonial per la borsa di cuoio creata dall’azienda francese e che prenderà anche il suo nome. Alla fine degli anni Cinquanta ha preso il via il grande sviluppo industriale del marchio Hermes: vengono create le prime boutique della maison (oggi sono 55 in tutto il mondo) e gli affari vengono allargati anche al settore dei profumi. Oggi del gruppo Hermes fanno parte 14 divisioni di prodotto che si occupano rispettivamente di capi in pelle, foulard, cravatte, abbigliamento da uomo, moda donna, profumi, orologi, scarpe, guanti, smalti, arti decorative, cancelleria, articoli per la casa e gioielleria. Tra questi prodotti, i più noti a livello mondiale sono probabilmente i foulard in seta dalle dimensioni di 90x90 cm sui quali sono stampati motivi di diverso genere.

Quotata alla borsa di Parigi, Hermes è controllata all’80% del capitale dagli eredi del fondatore, ultimo dei quali è oggi il pronipote Jean Louis Dumas Hermes. Stilista di punta della casa di moda per la quale lavorano in tutto il mondo circa 8.000 collaboratori, è il francese Jean Paul Gautier.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Casa di moda | Jean Louis Dumas Hermes | Stilista | Grace Kelly | Lola Prusac | Thierry Hermes | Borsa di Parigi | Jean Paul Gaultier | Emile Maurice Hermes |

Ultime notizie su Hermes

    Auto d'epoca: la mostra di Padova tasta il polso al mercato

    Chiuderà il 27 ottobre la 36° esposizione di auto e moto d'epoca. Un appuntamento tradizionale per un settore che non conosce la crisi, alimentato soprattutto dai collezionisti del Nord Europa, Germania in testa

    – di Gerardo Pelosi

    Effetto trimestrali sui listini Ue, Piazza Affari vince con Saipem e St

    Entrambi le società hanno pubblicato conti del periodo luglio settembre migliori delle attese. Anche Mediobanca ha annunciato numeri migliori delle previsioni e così ha aggiornato nuovi massimi. Bio-On è invece stata sospesa a tempo indeterminato dalla contrattazioni

    – di Eleonora Micheli

    Raddoppia il numero di video deepfake. Nel mirino le aziende

    Secondo il rapporto di Deeptrace, uscito questa settimana, dove risulta che il numero di video deepfake disponibili è raddoppiato rispetto a dicembre 2018 e ora è di 14.678 (a settembre 2019). Per il 96 per cento sono pornografici

    – di Alessandro Longo

    Dal vino francese all'alta moda: i dazi di Trump «minacciano» l'Europa

    Un arbitrato in sede Wto ha approvato la richiesta americana di introdurre delle tariffe sui prodotti di lusso europei, nell'ambito dell'ambito dell'annosa questione tra Airbus e Boeing sugli aiuti di Stato. A Parigi crollano i titoli di Lvmh e delle altre società del lusso

    – dal nostro corrispondente Riccardo Barlaam

    C'è un rinoceronte da salvare: team internazionale al lavoro

    AGGIORNAMENTO DEL 26 AGOSTO 2019 - RIUSCITA LA FECONDAZIONE +++ Passo decisivo per salvare il rinoceronte bianco del Nord dall'estinzione: sono stati prelevati con successo gli ovociti dalle due femmine Najin (foto sopra) e Fatu, ultimi esemplari viventi della specie. Lo rende noto il gruppo internazionale di ricerca che lavora a questo progetto di salvaguardia della fauna senza precedenti e del quale l'Italia fa parte con il laboratorio Avantea guidato da Cesare Galli, che lo scorso anno avev...

    – Guido Minciotti

    Sostenibilità: 32 aziende siglano il «Fashion Pact» per la difesa dell'ambiente

    Il patto mette nero su bianco la volontà di un sforzo comune e di aumentare la collaborazione tra aziende private e stati nazionali. L'alleanza è stata voluta dal presidente francese Macron che ha affidato a François-Henri Pinault (Kering) il compito di riunire i big player del settore. Molti gli italiani, da Armani a Zegna passando per Prada e Ferragamo

    – di Marta Casadei

1-10 di 443 risultati