Ultime notizie:

Herman Cain

    Trump accusa l'euro: «E' sottovalutato». E la Fed «distruttiva»

    Deluso dalle sue iniziali nomine, che considera troppo moderate, il Presidente ha provato di recente a scegliere due esponenti di provata fedeltà alla sua Casa Bianca, Herman Cain e Stephen Moore, ma i due sono stati costretti a ritirarsi tra polemiche su scarse qualifiche, scandali e opposizione tra i medesimi parlamentari repubblicani.

    – di Marco Valsania

    Trump silura il suo candidato per la Fed Stephen Moore

    NEW YORK - Travolto dalle critiche delle senatrici repubblicane, il giornalista economico e commentatore televisivo conservatore Stephen Moore non è più tra i candidati per una poltrona nel board della Federal Reserve. Il presidente Donald Trump lo ha confermato in un tweet per evitare ulteriori

    – di Riccardo Barlaam

    La Fed di Powell ai ferri corti con Donald Trump

    New York - Per la Banca centrale americana questi potrebbero a prima vista sembrare giorni facili. Giorni d'una politica monetaria incaricata di presidiare un'economia che fa meglio del previsto, allontanando quantomeno spettri di imminenti rovesci. Invece no. E il dilemma e' oggi sempre piu' tutto

    – di Marco Valsania

    Trump vuole che la Fed sia il suo «banchiere personale»

    NEW YORK - Per la Banca centrale americana questi potrebbero a prima vista sembrare giorni facili. Giorni d'una politica monetaria incaricata di presidiare un'economia che fa meglio del previsto, allontanando quantomeno spettri di imminenti rovesci. Invece no. E il dilemma è oggi sempre più tutto

    – di Marco Valsania

    Trump, la Fed e le critiche di Draghi

    Mario Draghi può togliersi qualche sassolino dalla scarpa. Non ha niente da perdere. E' a fine mandato di una presidenza della Bce che ha avuto il merito, riconosciuto in coro, di riuscire a portare l'area euro fuori dalle paludi della crisi del debito sovrano, onda lunga della crisi subprime, con i suoi programmi di Quantitative easing. E' in certo senso il più autorevole e ascoltato tra i governatori delle banche centrali. L'"anziano" del gruppo. Così il suo allarme lanciato sabato scorso a ma...

    – Riccardo Barlaam

    Trump, la Fed e le critiche di Draghi

    Mario Draghi può togliersi qualche sassolino dalla scarpa. Non ha niente da perdere. E' a fine mandato di una presidenza della Bce che ha avuto il merito, riconosciuto in coro, di riuscire a portare l'area euro fuori dalle paludi della crisi del debito sovrano, onda lunga della crisi subprime, con i suoi programmi di Quantitative easing. E' il più autorevole e ascoltato tra i governatori delle banche centrali. L'"anziano" del gruppo. Così il suo allarme lanciato sabato scorso a margine dei lavor...

    – Riccardo Barlaam

1-10 di 36 risultati