Ultime notizie:

Henry Beyle

    Andrea Camilleri: tutti i "giochi" dello scrittore

    Nella «Piccola enciclopedia di giochi per l'infanzia» si scoprono i riti ludici che l'autore praticava da bambino, come quando lanciava un ciottolo in mare...

    – di Salvatore Silvano Nigro

    La caffettiera, una piccola architettura domestica

    Al Flagship store di Lavazza, in piazza San Fedele a Milano fino al 3 novembre, la mostra "Le caffettiere dei maestri. Quando l'architettura e il design incontrano la moka"

    – di Stefano Salis

    Quando Balzac recensiva Stendhal

    Entrambi si erano riconosciuti al primo sguardo tra la folla insignificante dei salotti. Entrambi si sentivano soffocare nell'epoca satura di conformismo. Entrambi avevano occhi scintillanti d'intelligenza e di ironia. Ma per un'ironia della sorte entrambi avevano un aspetto assolutamente banale.

    – di Giuseppe Scaraffia

    Camilleri, il «peso» del successo e il dna degli italiani che cambia

    Andrea Camilleri ha un dono raro. Che non è quello di saper scrivere alla sua maniera, non è la capacità di inventare una lingua che ha stregato i lettori dei suoi libri, e non è nemmeno, ancora, il modo rapinoso con il quale racconta lui storie orali, e tutti a pendere dalle sue labbra, dalla

    – di Stefano Salis

    A Più Libri, Più Liberi, un Camilleri per bibliofili e da «collezione»

    E' l'autore più amato, letto e conosciuto d'Italia. Gli editori farebbero carte false pur di poterlo annoverare nello loro scuderie e nei loro cataloghi, ma lui, Andrea Camilleri che è appena uscito con un titolo per Salani (I tacchini non ringraziano, una sorta di zoo personale con racconti

    – di Stefano Salis

    La piccola editoria non casca dalla «Nuvola» e punta a crescere

    Nella Nuvola: la piccola editoria, per la seconda volta consecutiva, torna per cinque giorni (a partire da oggi e fino a domenica 9) con «Più Libri Più Liberi» negli spazi creati al Convention Center di Roma. E parla di una crescita, almeno negli spazi e nei numeri, con più di 650 appuntamenti e

    – di Stefano Salis

    Recuperare il potere dell'attenzione: solo così possiamo amare, leggere, scrivere

    Icartelli di pericolo ci esortano a fare attenzione. Attenzione al gradino, all'incrocio, al passaggio di animali, alle buche. Se no cadiamo, precipitiamo, anneghiamo, scivoliamo. Senza attenzione, ci facciamo male. Anche a scuola l'insegnante esorta gli allievi, da secoli: state attenti! Vuol dire

    – di Paola Mastrocola

    Quel muro tra Buoni e Cattivi

    Mi piacerebbe intervenire nel dibattito, scottante, sui migranti. Dire come la penso, tra amici, conoscenti, vicini di casa, magari a una cena, o nell'atrio di un cinema. Ma non lo faccio quasi mai. Mi sembra di avere un muro davanti, dove non riesco a trovarmi un varco. Un muro di frasi fatte,

    – di Paola Mastrocola

1-10 di 17 risultati