Persone

Hassan Rohani

Hassan Rohani è nato il 12 novembre del 1948 a Sorkheh (Iran) ed è un politico iraniano, presidente dell'Iran.

Dopo gli studi religiosi, prima al Seminario di Semma, poi a quello di Qom, Rohani è stato ammesso nel 1969 all'Università di Teheran, dove nel 1972 si è laureato in giurisprudenza.

Successivamente ha continuato i suoi studi in Europa, qui si è laureato presso la "Glasgow Caledonian University", discutendo una tesi dal titolo "The Islamic legislative power with reference to the Iranian experience".

Rohani ha iniziato la sua carriera politica sostenendo l'Ayatollah Khomeini.

Nel 1980 è stato eletto all'Assemblea Islamica ed è rimasto deputato per 5 mandati consecutivi (fino al 2000).

Dopo la riforma costituzionale iraniana del 1988 è diventato segretario del Supremo consiglio per la sicurezza nazionale (organismo di nuova istituzione) mantenendo questo ruolo per 16 anni, fino al 2005.

Durante la sua attività politica, Rohani ha continuato a mantenere i suoi rapporti col mondo accademico, ricoprendo tra il 1995 ed il 1999 la carica di membro del consiglio di amministrazione dell'Università di Teheran e quella di caporedattore di tre riviste trimestrali scientifiche e di ricerca, in lingua persiana ed in inglese, Rahbord (strategia), Foreign Relations, e l'Iranian Review of Foreign Affairs.

Candidatosi alle lezioni politiche iraniane del 2013, Rohani è risultato vincitore al primo turno con 18.613.329 voti, de ha ricevuto l'incarico dal suo predecessore Ahmadinejad il 3 agosto del 2013. Il 19 maggio 2017 è stato confermato nel suo ruolo di presidente con il 57% dei voti.

Rohani ha assunto un atteggiamento di maggiore apertura, rispetto al suo predecessore Ahmadinejad, sia in politica interna (dichiarandosi favorevole ad un miglioramento della condizione delle donne nella società iraniana) che in politica estera (aprendosi, nonostante le resistenze dell'area iraniana più conservatrice, sia al dialogo con la Russia che sopratutto a quello con gli Strati Uniti d'America).

Grazie a questo atteggiamento di apertura Rohani è riuscito a firmare a Vienna, uno storico accordo sul nucleare iraniano con Washington.

Questo accordo consente agli ispettori Onu di chiedere di visitare anche i siti militari iraniani per constatare la non proliferazione nucleare per scopi bellici, offrendo in cambio la cancellazione delle sanzioni internazionali contro il regime iraniano.

Ultimo aggiornamento 22 maggio 2017

ARGOMENTI CORRELATI: Politica | Hassan Rouhani | Glasgow Caledonian University | Onu | Benyamin Netanyahu | Teheran | Ayatollah Khomeini | Stati Uniti d'America | Europa |