Ultime notizie:

Hal Varian

    Big tech alla sfida delle competenze

    Nonostante il termine "economie di rete" abbia un preciso e chiaro significato economico, i non-economisti tendono a confonderlo con altri concetti, come i rendimenti di scala incrementali e il learning-by-doing.

    – di Hal Varian

    Lavorate per Facebook gratis. Utenti di tutto il mondo, unitevi!

    Se vivesse oggi, Platone potrebbe benissimo considerare ozio buona parte del lavoro che facciamo e lavoro buona parte dello svago che ci godiamo. Gli amministratori delegati retribuiti in maniera esorbitante, che hanno preso parte agli incontri di Davos e sfrecciano da una parte all'altra del

    – di John Thornill

    «La tecnologia cambia i criteri del Pil»

    Una crescita lenta, troppo lenta? No, per nulla: Joel Mokyr non è d'accordo. Abituato a vedere le cose da una prospettiva di lungo periodo, lo storico

    – Riccardo Sorrentino

    Genova, smart city life!

    Musica: Big city life Mattafix (2005)- Film: Back to the future (1985)  "Smart city life?me try fi get by? pressure nah ease up no matter how hard me try?" così tornano alla mente  leggermente modificati i  versi che i Mattafix cantavano in Big City Life nel 2005 , quando parlare di cloud , Internet of Things (IoT) e big data in Italia era ancora impensabile e immaginare la loro applicazione  al servizio  dello sviluppo di una città intelligente era da considerarsi pura utopia. Dieci anni dopo...

    – Flavia Castellarin

    La pubblicità? La vende il software

    «Mia madre continua a chiedermi quando prenderò il dottorato» dice Sergey Mikhailovi? Brin, uno dei due fondatori di Google. «La ha mia smesso di chiedermelo» replica Larry Page, l'altro fondatore. L'aneddoto lo racconta Steven Levy, ex giornalista di Newsweek, nel suo libro «In the plex» forse il migliore racconto dall'interno della società di Mountain View. Neanche l'aver creato un'azienda che da sola nel 2013 ha fatturato più di tutta la stampa Usa nell'anno di picco (50,5 miliardi contro i 4...

    – Jacopo Barigazzi

    Big Data ?

    Ma cos'è il big data?Per trovare le risposte facciamoci delle domande.Chi li produce?Le persone in rete, e ce ne sono sempre di più. Poi c'è "l'internet delle cose", miliardi di sensori che forniscono dati in continuazione.Con cosa si creano?In larga parte con i social media, che hanno interfacce molto semplici per la condivisione di tali dati. Purtroppo molti di essi -circa l'80%- sono destrutturati, nel senso che non hanno un modello identificabile, uno schema di riferimento con il quale è pos...

    – Massimo Chiriatti

    La teledipendenza del pallone

    I biglietti venduti dalle squadre di serie A valgono solo il 12% del fatturato - MODELLO DA CAMBIARE - Troppi ricavi da diritti televisivi: lo squilibrio nei bilanci impone la ricerca di nuove entrate, ma anche una gestione più lungimirante e innovativa

    – di Maria Luisa Colledani

    Editori di tecnologia

    Marco Arment ha scritto qualche giorno fa una nota sul suo blog che è stata commentata a lungo in rete. Perché riguardava la sua esperienza su una questione che interessa tutti gli editori, i giornalisti e i programmatori: vendere le applicazioni per iPhone e iPad oppure offrirle gratuitamente affidandosi alla pubblicità? Marco Arment è un ragazzo simpatico, modesto e molto ragionevole, che ha scritto Instapaper, facendo più o meno tutto da solo, e ne ha proposto al mercato una versione gratuita...

    – Luca De Biase

1-10 di 29 risultati