Ultime notizie:

Guy Verhofstadt

    Migranti, Orbán e frontiere: l'Europa prepara l'offensiva anti-sovranista

    Oltre alla candidatura di Manfred Weber è da registrare la scelta del capogruppo liberale Guy Verhofstadt di fare campagna insieme al presidente francese Emmanuel Macron: «La lotta nel 2019 - ha detto l’ex premier belga - sarà tra populisti nazionalisti da un lato e una alternativa pro-europea dall’altra».

    – di Beda Romano

    Internazionale populista, anche Salvini aderisce al movimento anti Ue di Bannon

    Nessuna risposta anche da Guy Verhofstadt, ex premier belga e presidente dei Liberal-democratici: un anno e mezzo fa aveva tentato di arruolare gli europarlamentari del M5S sottraendoli agli euroscettici, ma aveva dovuto rinunciare al progetto per la rivolta dei suoi.

    – di Giuseppe Chiellino e Alberto Magnani

    Orban e gli altri, l'internazionale sovranista che vuole scalare il Ppe

    I liberaldemocratici dell'Alde non sembrano avere i numeri per tenere testa ai rivali che vengono da destra, e guardano con ansia alla prospettiva di un cartello che coalizzi le liste di destra populista:?«I nazionalisti hanno le stesse idee - dice Guy Verhofstadt, capogruppo Alde all'Eurocamera ed ex premier belga - Scaricare tutti i problemi sugli stranieri, alzare confini e distruggere l'Europa dall'interno».

    – di Alberto Magnani

    Polonia, il premier difende la "purga" dei magistrati. Dura replica Ue

    Strasburgo - «Invece di additare il populismo domandatevi perché la gente sta voltando le spalle all'Europa». Di fronte alla plenaria di Strasburgo, il primo ministro della Polonia Mateusz Morawiecki ha inaugurato così un «discorso sul futuro dell'Europa» che assomiglia più a un manifesto

    – di Alberto Magnani

    Facebook si scusa con l'Europa. Tajani: non basta, mai più Cambridge Analytica

    Le scuse di Zuckerberg, la diffidenza dell'Europa. L'incontro fra il fondatore di Facebook e gli europarlamentari, capeggiati oggi a Bruxelles dal presidente Antonio Tajani, si è chiuso con una soddisfazione a metà. Sono arrivate le rassicurazioni di «Zuck» su privacy e rispetto delle regole

    – di Alb.Ma.

    Basta fondi Ue ai governi autoritari

    Da quando la Ue si è ampliata, il suo meccanismo di finanziamento regionale punta a ridurre le disuguaglianze economiche tra vecchi e "nuovi" stati membri.

    – di Guy Verhofstadt

    Orban e la vittoria annunciata in Ungheria: quanto è forte la Brexit dell'Est

    Nell’Europarlamento gente come Guy Verhofstadt, leader del blocco centrista e grande critico della Brexit, ha detto che sono comunque meglio i britannici che se ne sono voluti andare, che governi come quello ungherese: «Non ammiro coloro che vogliono i soldi dell’Ue ma non i suoi valori».

    – di Angela Manganaro

    Facebook, la Ue: inaccettabile che siano coinvolti anche europei

    Bruxelles entra a gamba tesa sull'utilizzo di dati dei suoi cittadini a opera di Facebook, il colosso dei social network di Mark Zuckerberg. «La Commissione europea indagherà sul caso dei dati personali condivisi da Facebook, che consideriamo inaccettabile» ha affermato un portavoce del'esecutivo

    Una campagna elettorale senza «modelli stranieri»

    Pietro Grasso che vola a Londra per incontrare il leader laburista Corbyn fa venire in mente che il capo politico di Liberi e uguali è un'eccezione in una campagna elettorale in cui sono svaniti i "modelli stranieri". Le citazioni di Emmanuel Macron nei discorsi di Matteo Renzi si sono diradate,

    – di Riccardo Ferrazza

1-10 di 166 risultati