Ultime notizie:

Guglielmo Loy

    Rider, la retromarcia di Di Maio. Tavolo di confronto sulla gig economy

    «E' andata molto bene. Apriremo un tavolo di contrattazione: se non dovesse andare bene, interverremo con la norma che avevamo progetto». Dopo le turbolenze del week-end con Foodora, il ministro del Lavoro Luigi Di Maio sembra soddisfatto dall'incontro di oggi con le principali piattaforme della gig

    – di Alberto Magnani

    Primo maggio, perché i giovani non hanno niente da festeggiare

    Alessandro, nome di fantasia di un under 30, festeggerà il primo maggio 2018 come ha già fatto l'anno scorso: consegnando pizze e hamburger, in bici, per una piattaforma online che lo paga meno di 5 euro lordi l'ora. Tra i suoi coetanei c'è chi risponderà a email fuori dagli orari di ufficio, chi

    – di Alberto Magnani

    Lavoro, effetto bonus sulla ripartenza dei contratti stabili

    La reintroduzione nel 2018 degli incentivi per le assunzioni stabili ha prodotto un primo risultato: a gennaio il saldo dei contratti a tempo indeterminato è tornato positivo, +70mila rapporti, dopo un calo ininterrotto da giugno 2017. A riprendersi sono state sia le nuove attivazioni di contratti

    – di Giorgio Pogliotti e Claudio Tucci

    Sud, Neet, apprendistato: bonus giovani 100%

    Da gennaio 2018 scatterà una nuova forma di decontribuzione per spingere l'occupazione stabile giovanile, accorciando la transizione scuola-lavoro: per i datori privati viene introdotto uno sgravio del 50% per i primi tre anni di contratto a tutele crescenti, con un tetto annuo di 3mila euro. Il

    – di Claudio Tucci

    Bonus Sud, investimenti per 3 miliardi

    Una cifra intorno ai 500 milioni per confermare anche nel 2018 il «bonus Sud», l'incentivo gestito da Anpal, per assumere, o stabilizzare, a tempo indeterminato, o in apprendistato, under25 o disoccupati da almeno sei mesi. E ancora: il ri-finanziamento del credito d'imposta per gli investimenti

    – di Claudio Tucci

    Per il lavoro incentivi a regime

    Le nuove tecnologie probabilmente non avranno effetti devastanti sull'occupazione, ma il processo di transizione verso la quarta rivoluzione industriale deve comunque essere gestito, puntando in particolare sulla formazione e riqualificazione dei lavoratori.

    – di Maria Carla De Cesari, Mauro Pizzin e Matteo Prioschi

    La gig economy non è per giovani. E 6 su 10 guadagnano meno di 50 euro al mese

    Sopra ai 30 anni, pagati meno di 100 euro al mese e alla ricerca di un reddito integrativo all'occupazione principale. L'analisi contenuta nell'ultimo Rapporto Coop a proposito della gig economy, l'economia dei lavoretti online, evidenzia un bacino d'utenza un po' distante dal binomio "giovane e

    – di Alberto Magnani

    Lavoro, sgravio da 4mila euro fino a 32 anni

    Contributi dimezzati per i primi due/tre anni per le assunzioni stabili dei giovani (per ora l'asticella è fissata a 29 anni, ma è sempre più forte la spinta a portarla a 32 anni), con la conferma di un "tetto" allo sgravio che potrebbe salire dai finora ipotizzati 3.250 euro fino intorno ai 4mila.

    – di Claudio Tucci

1-10 di 171 risultati