Ultime notizie:

Gor'kij

    Gennaio 1918: è dittatura

    «Non sappiamo ancora con quali toni sarà celebrato, in Russia e nel mondo, il centenario del 1917. Dalle prime avvisaglie si può già profetare che la rivoluzione bolscevica verrà ricordata con l'attenzione dovuta a un evento che ha plasmato l'intera storia del XX secolo». La profezia che Ettore

    – Emilio Gentile

    Nel parco, lungo la via siberiana

    Corriamo da un mondo all'altro come topi. Impuntiamo lo spazio. Cuciamo il tempo affinché non cada a pezzi. La nostra città è fatta così: confini e passaggi come una fitta rete cucita sopra la cartina. La Kazan' russa e quella tatara. Quella di pietra e quella di legno. E poi quella tedesca. Quella

    – Guzel' Jachina

    La traduzione trasparente

    Del perché, come ha spiegato Albert Einstein, chi dice che una cosa è impossibile non dovrebbe disturbare chi la sta facendo.

    – Claudia Zonghetti

    Le vere «colpe» di Vygotskij

    Nel 1978, sulla New York Review of Books, il filosofo Stephen Toulmin consacrò Lev Vygotskij come «il Mozart della psicologia», un genio pari al grande musicista, un innovatore le cui idee avrebbero potuto produrre chissà quali risultati in psicologia se non fosse morto prematuramente (a 37 anni e

    – Luciano Mecacci

    Come Milano (e l'Italia) celebra i 70 anni del Piccolo, Grassi-Escobar: il teatro strumento di cultura e maturità civile

    Il 14 maggio del 1947 a Milano, in Via Rovello 2, veniva inaugurato il Piccolo Teatro con la messa in scena de "L'albergo dei poveri" del drammaturgo russo Maksim Gor'kij. Artefici e fondatori dell'iniziativa il critico teatrale Paolo Grassi, sua moglie Nina Vinchi e l'artista e regista per antonomasia Giorgio Strehler. In occasione dei 70 anni, da oggi e per tutto il 2017, Milano (e l'Italia intera) dedica al Suo Teatro una lunga serie di iniziative. Nell'articolo che segue, scritto per "TerraN...

    – Nicola Dante Basile

    Addio al poeta Evgheni Evtushenko, immagine contrastata della Russia

    Evgenij Evtu?enko (1932-2017) pubblicò la sua prima poesia nel '49 in «Sovetskij Sport» ( Lo sport sovietico), quando aveva sedici (o forse diciassette) anni. Nato in Siberia, in una cittadina della regione di Irkutsk, Evtu?enko studiò a Mosca, all'Istituto di Letteratura "Gor'kij" da dove venne

    – di Serena Vitale

    Dostoevskij scriveva disegnando

    l'11 novembre 1921, centenario della nascita di Dostoevskij, una commissione ufficiale (tre membri, fra cui Maksim Gor'kij) aprì la cassetta di sicurezza della Banca Statale di Pietroburgo in cui nel 1899 Anna Grigor'evna, vedova dello scrittore, aveva depositato alcuni gioielli e molti materiali

    – di Serena Vitale

    Capri si scoprì «alla moda»

    Sembrava una giornata come tante, meravigliosa sullo sfondo dei faraglioni di Capri e delle bellezze immerse nelle acque azzurre della Canzone del Mare e della sua piscina. Ma a un tratto Emilio Pucci rialzò le punte di una camicia di taglio maschile che aveva appena fatto indossare a un'amica, e

    – di Laura Leonelli

    Julia che credevamo immortale

    A Julia Dobrovolskaja, la linguista (e traduttrice, lessicografa, scrittrice) russa morta a novantanove anni in Italia, dove viveva dall'82, devo molte cose. Le pazienti risposte ai miei disperati SOS, quando dopo essermi inutilmente dannata su una frase o solo una parola di un testo russo

    – Serena Vitale

    Neppure la bellezza ci salverà

    Il regista lituano non ama i luoghi comuni: «Sono lituano, non cosmopolita. L'Urss non era così terribile. Rileggo Dostoevskij e altri classici, e mi deludono»

    – Camilla Tagliabue

1-10 di 17 risultati