Ultime notizie:

Global Witness

    «Visti d'oro, un rischio per la Ue»

    Un rapporto congiunto di Transparency International e di Global Witness evidenzia che i programmi introdotti da alcuni Paesi europei per la vendita di passaporti e permessi di residenza a stranieri ricchi sollevano rischi concreti di... Secondo Naomi Hirst di Global Witness, i controlli sugli individui richiedenti e sull’origine del loro denaro appaiono del tutto insufficienti, lasciando spazi per corruzione e riciclaggio.

    – di Stefano Carrer

    Paradisi fiscali, tremano anche Jersey e l'Isola di Man. Insorgono Cayman, Bermuda e Bvi

    E adesso tremano anche Jersey, Guernsey e l'Isola di Man mentre le isole Cayman, le Bermuda e le Isole vergini britanniche minacciano fuoco e fiamme contro la Gran Bretagna. I paradisi fiscali che ruotano intorno alla City di Londra sono sul piede di guerra. Le tre Dipendenze della Corona britannica sono nel mirino dei parlamentari di Londra che il 1° maggio hanno ottenuto un'importante vittoria nella lotta ai paradisi fiscali. Il governo di Theresa May si è infatti impegnato a non opporsi a un...

    – Angelo Mincuzzi

    Nei paradisi fiscali della Gran Bretagna 38 miliardi di euro degli oligarchi russi

    Gli oligarchi russi hanno messo al sicuro almeno 38,6 miliardi di euro (pari a 34 miliardi di sterline) nei paradisi fiscali e societari sotto il controllo della Gran Bretagna. E' una cifra cinque volte superiore ai soldi investiti direttamente da cittadini russi nel Regno Unito. Più di 30 di questi 34 miliardi di sterline sono stati investiti nelle Isole vergini britanniche (Bvi). Lo rivela un rapporto dell'organizzazione non governativa Global Witness. Il report, "Missing the bigger picture", ...

    – Angelo Mincuzzi

    Svolta nei paradisi fiscali: Bermuda, Cayman e Isole Vergini Britanniche dovranno dire addio al segreto

    Svolta storica in Gran Bretagna nella lotta ai paradisi fiscali, al riciclaggio internazionale e alla corruzione. Le Isole Cayman, le Bermuda, le Isole Vergini Britanniche, Gibilterra e gli altri dieci territori d'oltremare del Regno Unito dovranno introdurre entro la fine del 2020 dei registri pubblici in cui dovranno rivelare i nomi dei beneficiari effettivi delle società domiciliate nei loro paesi. Dovranno cioé porre fine al segreto dietro il quale sono schermati i proprietari delle società ...

    – Angelo Mincuzzi

    Il mistero della finta Telegram (e dei 4mila bambini azionisti di società)

    Qualcuno ha tentato di «clonare» Telegram, l'app di messaggistica criptata concorrente di Wathsapp? Oppure ignoti hackers stanno cercando di screditare il suo ideatore, il russo Pavel Durov, proprio mentre le autorità di Mosca chiedono a Google e Apple di rimuovere l'app dai propri store in una

    – di Roberto Galullo e Angelo Mincuzzi

    Il porto franco di Ginevra ultimo baluardo della segretezza in Svizzera

    Otto minuti di cammino separano la costruzione di vetro e acciaio del quartier generale di Ubs dal più inaccessibile museo della terra. Carouge, nella parte sudoccidentale di Ginevra, è un luogo di misteri. Il palazzo dell'Ubs ospitava fino a qualche anno fa la sede della Hsbc.Ed è da qui che Hervé

    – di R. Galullo e A. Mincuzzi

    Mugabe non molla, domani si vota l'impeachment

    Sono serviti a poco il suo arresto da parte dell'esercito (poi addolcito con l'espressione «sotto custodia»), i blindati per le strade e l'occupazione militare dei punti nevralgici della capitale a Harare. Sono servite a poco anche le grandi manifestazioni in cui la gente chiedeva al padre padrone

    – di Roberto Bongiorni

    Londra regno degli oligarchi: miliardi riciclati nelle case di lusso

    Due giornalisti sotto copertura, telecamere nascoste e un documentario che svela i segreti del mercato mobiliare londinese, dove i soldi sono soldi e non hanno nessun odore. Il fiume di denaro sporco che ogni anno invade il Regno Unito trova così il suo rifugio sicuro nelle abitazioni di lusso

    – di R.Galullo e A. Mincuzzi

    Quella corsa al giacimento tra ex ministri e mediatori

    L'Eni ribadisce: mai usati intermediari nelle operazioni - PER LA TRANSAZIONE - Documenti, intercettazioni, email, sms e testimonianze raccolte - oltre che una sentenza inglese - indicano che una intermediazione c'è stata - «PARTICOLARI RISCHI EMERSI» - Gli stessi documenti interni Eni, come una nota di due diligence del maggio 2010, dimostrano la consapevolezza che l'intera situazione fosse problematica

    – di Claudio Gatti

    Financial Secrets and Lies

    LONDON - In early April, a major exposé of financial secrecy sent shock waves around the world. After devoting more than a year to examining 2.5 million leaked

    – by Gavin Hayman

1-10 di 19 risultati