Persone

Giuseppe Sala

Giuseppe Sala è nato il 28 maggio del 1958 a Milano ed è un dirigente d'azienda italiano, commissario unico ed amministratore delegato di Expo 2015 S.p.A., dal 19 giugno del 2016 è il sindaco di Milano.

Il 15 dicembre 2016 dopo aver appreso di essere stato iscritto nella lista degli indagati per falso ideologico in un'inchiesta legata ad appatli per Expo si è autodimesso dalla carica di sindaco. Dopo cinque giorni di autosospensione, durante i quali il suo legale si è confrontato con la Procura e fatto verifiche che «hanno chiarito sufficientemente il merito dell'indagine e l'inesistenza di altri capi di imputazione», Sala è tornato a fare il sindaco "certo della sua innocenza"

Dal 29 ottobre del 2015 è entrato a far parte del Cda della Cassa depositi e prestiti.

Nel 1983 si è laureato in economia aziendale presso l'Università Bocconi, quindi è entrato in Pirelli dove ha ricoperto diversi incarichi.

Nel 1994 diventa direttore controllo di gestione e pianificazione strategica del settore pneumatici di Pirelli.

Il 1998 viene nominato amministratore delegato della Pneumatici Pirelli, per diventarne nel 2001 responsabile delle strutture industriali e logistiche.

Nel 2002 assume l'incarico di CFO di Tim.

Dal 2003 al 2006 è direttore generale di Telecom Italia.

Tra il 2007 ed il 2008 è senior advisor per Nomura Bank e contestualmente Professore di Pianificazione e Budgeting presso l’Università Bocconi di Milano.

Dal 2009 ha ricoperto l'incarico di Direttore Generale del Comune di Milano.

Tra febbraio e maggio del 2012 è stato presidente di A2A.

La conduzione del grande evento Expo 2015 ha visto Sala al centro di diverse polemiche, tanto da indurlo a meditare, in alcune occasioni, sulla possibilità di rassegnare le dimissioni.

Con la chiusura dei battenti del grande evento Expo 2015, avvenuta lo scorso 31 ottobre, si sono fatte sempre più insistenti le voci su una possibile candidatura di Sala alla carica di Sindaco, in occasione delle prossime amministrative di primavera di Milano.

A fine dicembre 2015 Sala annuncia ufficialmente la sua candidatura alle primarie del PD, per la scelta del candidato sindaco per il comune di Milano.

La sua candidatura viene coordinato dall'ex candidato alla presidenza regionale per il centro sinistra, Umberto Ambrosoli.

Il 7 febbraio del 2016 risulta vincente, col 42% dei voti, nelle primarie del PD per la scelta del candidato sindaco di Milano per le elezioni amministrative del 2016.

Superato il primo turno col 41,7% dei voti, Il 19 giugno del 2016 sfida e vince al ballottaggio, col 51,7% dei voti, il candidato di centro destra Stefano Parisi, divenendo il nuovo sindaco di Milano.

E' spostato con Doroty De Rubeis, figlia del noto e stimato medico chirurgo Gianpaolo De Rubeis.

Ultimo aggiornamento 20 dicembre 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Elezioni | Management | Amministratore delegato | Milano | Sindaco | Giuseppe Sala | Candidatura | Gianpaolo De Rubeis | CDP | Expo 2015 S.p.A. | TIM | Nomura Bank | Bocconi | Umberto Ambrosoli | A2A | Doroty De Rubeis | Pirelli | Pd | Lucio Stanca | Stefano Parisi |

Ultime notizie su Giuseppe Sala

    Trasporto pubblico, da oggi biglietto a 2 euro a Milano

    Sceglie di scrive una lettera aperta il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, in occasione della partenza della nuova organizzazione del trasporto pubblico del capoluogo ... Sceglie di scrive una lettera aperta il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, in occasione della partenza della nuova organizzazione del trasporto pubblico del capoluogo lombardo, che vede tra le maggiori e più discusse novità l'aumento del

    Salone dell'auto, in pole Monza e Parco Sempione

    TORINO - Si lascia dietro una lunga scia di polemiche e di incognite politiche l'addio a Torino del Salone dell'Auto Parco Valentino. Dall'anno prossimo la manifestazione si svolgerà in Lombardia, come deciso dagli organizzatori. Lo strappo tra il capoluogo piemontese e la creatura di Andrea Levy,

    – di Filomena Greco

    Nasce il progetto del nuovo San Siro: da Milan e Inter investimenti per 1,2 miliardi

    Edificare a Milano «lo stadio più bello del mondo» e realizzare intorno al nuovo San Siro un vero e proprio distretto dell'entertainment. Cinema, ristoranti, centri commerciali che trasformino urbanisticamente il quartiere. E' questo l'ambizioso piano che  Milan e Inter hanno posto a base del progetto stadio e che vorrebbero tramutare in  un prezioso contributo alla fase  di piena espansione della città che dall'Expo corre verso le Olimpiadi invernali del 2026. «Qui siamo a Milano e non in Ital...

    – Marco Bellinazzo

    Primo «mattone» per il nuovo stadio di San Siro: investimenti da 1,2 miliardi

    Il primo passo per realizzare il Nuovo San Siro è stato compiuto. Dopo uno studio approfondito durato alcuni mesi, Milan e Inter hanno presentato al Comune il "Progetto di Fattibilità Tecnico Economica" dell'impianto e del distretto multifunzionale che dovrebbero sorgere nell'area di San Siro

    – di Marco Bellinazzo

    Salvini: il ministro agli Affari Ue entro la prossima settimana

    Il vicepremier ha parlato anche di Carola Rackete, la capitana della nave Sea Watch che ieri lo ha querelato per diffamazione: «Non vedo l'ora di incontrarla in Tribunale. Di guardare in faccia una che ha provato a uccidere dei militari italiani»

    Milano, il nuovo risiko del potere. Le mosse di Sala, i piani della Lega

    La Milano che cresce è nelle mire dei nuovi poteri politici. E'?già iniziato l'"assedio" alle grandi società che producono importanti fatturati e che da sempre rappresentano un crocevia di relazioni, da Arexpo a Fondazione Fiera. Da una parte c'è quindi la giunta guidata da Giuseppe Sala, sostenuta

    – di Sara Monaci

    Expo Milano, Sala condannato a 6 mesi. «Resto sindaco»

    Il sindaco di Milano Giuseppe Sala è stato condannato a sei mesi, trasformati in una multa di 45mila euro. La condanna si riferisce al periodo in cui Sala era manager dell'Expo: era imputato per falso materiale e ideologico

    – di Sara Monaci

    Sea Watch a Lampedusa, la comandante ai domiciliari

    Accuse e polemiche, ma anche molta solidarietà per la comandante della nave olandese di cui è armatrice una Ong tedesca. Carola Rackete è ora ai domiciliari sull'isola. L'accusa nei suoi confronti è di resistenza o violenza contro nave da guerra e tentato naufragio. Nella concitata manovra di attracco, la Sea Watch ha speronato una motovedetta Gdf danneggiandola

    – di A. Gagliardi, F. Milano e V. Nuti

    Scala: Mayer nuovo sovrintendente, Pereira resta fino a metà 2021

    Alla fine ha vinto la linea dell'«atterraggio morbido» voluta dal sindaco di Milano, Giuseppe Sala: il cda del teatro ha nominato il francese Dominique Meyer - attualmente direttore della Staatsoper di Vienna - nuovo sovrintendente della Scala dalla metà del prossimo anno, mentre Alexander Pereira, attualmente alla guida del Piermarini, resterà nel suo incarico fino a metà del 2021

    – di Giovanna Mancini

1-10 di 910 risultati