Le nostre Firme

Giuseppe Lupo

    Conversazioni sulla gomma sotto i ciliegi

    Il momento migliore per visitare la Pirelli di Settimo Torinese è sicuramente la primavera, quando sono in fiore i ciliegi piantati ai bordi del lungo edificio progettato da Renzo Piano nei primi anni del Duemila e chiamato "spina". Sono oltre quattrocento alberi, disposti in fila indiana a un lato

    – di Giuseppe Lupo

    Così la modernità della fabbrica costruì l'Italia

    Narrare un mondo non implica constatarne la dismissione o manifestarne il rimpianto, piuttosto obbedisce al progetto che fa della memoria la religione necessaria al nostro tempo. Il fatto stesso che ci troviamo a vivere in un presente apparentemente senza vie d'uscita, obbliga a ripensare alle

    – di Giuseppe Lupo

    Quell'idea di Europa che ancora unisce

    Mai come in questo momento, a poche settimane dal voto con cui è stato rinnovato il Parlamento europeo, sarebbe necessario ripensare al discorso che Hugo von Hofmannsthal pronunciò il 10 gennaio 1927 nell'Aula magna dell'Università di Monaco. «Non è l'abitare sul suolo natio né il contatto fisico

    – di Giuseppe Lupo

    Grandi firme della cultura industriale

    In una foto in bianco e nero, pubblicata nel 1960 sulla rivista «Pirelli», si vede una ragazza che mangia il cono gelato seduta sulla cucchiaia di una ruspa. La foto correda l'articolo di Giovanni Giudici, Gente alla Fiera, e può essere indicativa di un certo gusto visivo che l'house organ

    – di Giuseppe Lupo

    Anniversario Falcone, il progetto di riscatto è un bene di tutti

    L'espressione più in uso nelle manifestazioni ufficiali è «per non dimenticare»: un auspicio pronunciato a mo' di formula adatta a un patto segreto. Celebriamo le ricorrenze più drammatiche indirizzando ogni sforzo nel tentativo di prolungare la memoria dei fatti e illuderci di trarne insegnamenti.

    – di Giuseppe Lupo

    Libri di successo se sanno leggere il presente

    Domani, quando varcheremo la soglia del Lingotto, a Torino, e ci sentiremo dentro la più importante manifestazione che in Italia celebra i libri, sia pure accompagnandosi a polemiche di tipo politico più che letterario come quest'anno, dovremmo ricordarci di quella frase che Michail Bachtin

    – di Giuseppe Lupo

    Il testamento del 25 aprile per i giovani

    Le parole che il Presidente Mattarella ha pronunciato per celebrare l'anniversario del 25 aprile, quel cenno al «riscatto nazionale» e alla «rivolta morale contro il nazifascismo», riassumono ciò che dovrebbe ritenersi un valore condiviso e rappresentano il testamento da affidare alle generazioni

    – di Giuseppe Lupo

    A Matera. Silenzio nel silenzio, pietra tra le pietre

    Arrivata all'età di novant'anni, Rosalba Fiorino si mise a cercare una pietra da dove ammirare il paesaggio. Non si conosce il vento quel giorno, né se ci fosse-ro nuvole di freddo o di afa, però l'orizzonte aveva i contorni come se a disegnarli fosse stata la mano di un pittore che stringeva un

    – di Giuseppe Lupo

    Quel legame indissolubile tra Milano, la cultura e l'industria

    C'è stato un momento in Italia in cui il migliore capitalismo illuminato - mi riferisco alla Olivetti, alla Pirelli, all'Eni - ha stretto un vincolo con gli uomini di lettere, trovando in essi quegli stimoli, quelle suggestioni attraverso cui far transitare il concetto di impresa dal piano della

    – di Giuseppe Lupo

1-10 di 45 risultati