Ultime notizie:

Giulio Cesare

    Chi è stato il più grande generale della storia? #howmeasuring

    Il 15 maggio 1796 il generale Bonaparte entrò a Milano alla testa del giovane esercito che aveva varcato il ponte di Lodi e mostrato al mondo come dopo tanti secoli Cesare e Alessandro avessero un successore". Inizia così La Certosa di Parma, romanzo di Stendhal pubblicato nel 1839. Napoleone era morto da diciotto anni ma l'eco delle sue imprese era ancora forte. I grandi condottieri dell'antichità avevano forgiato la sua visione di un impero sconfinato. Così come Alessandro Magno prima di lui, ...

    – Infodata

    Storia, dati e dataviz: come si misura un generale? Ecco come calcolare il WAR

    Il 15 maggio 1796 il generale Bonaparte entrò a Milano alla testa del giovane esercito che aveva varcato il ponte di Lodi e mostrato al mondo come dopo tanti secoli Cesare e Alessandro avessero un successore". Inizia così La Certosa di Parma, romanzo di Stendhal pubblicato nel 1839. Napoleone era morto da diciotto anni ma l'eco delle sue imprese era ancora forte. I grandi condottieri dell'antichità avevano forgiato la sua visione di un impero sconfinato. Così come Alessandro Magno prima di lui, ...

    – Filippo Mastroianni

    In epoca fascista, tassa sul celibato. E poi anche la tassa per tagliare l'erba

    Il 13 febbraio 1927, in pieno regime fascista, in Italia, fu istituita l'imposta sul celibato. Tutti i celibi di età compresa tra i 25 e i 65 anni, a seconda dell'età e del reddito, dovevano pagare un tributo che variava da 70 a 100 lire. Molto probabilmente, il criterio impositivo, quantunque illiberale, esprimeva lo spirito di quegli anni e di quel sistema di pensiero, secondo cui famiglia e prole costituivano lo stato sociale per eccellenza. A ogni modo, il tributo in questione, pur apparendo...

    – Francesco Mercadante

    Idoli, etichette, linguaggio: tre freni per la nuova leadership

    Va bene avere modelli cui ispirarsi e avere qualche indicazione su alcuni comportamenti da tenere, ma serve una avvertenza: se il cervello si "fissa" su un prototipo o su un modello, rischia poi di escluderne altri che potrebbero arricchire la sua gamma di scelte

    – di Paolo Borzacchiello

    Roberto Pazzi, cinquant'anni in versi

    Nella sua Antologia personale insieme allo zar Nicola II, a Bonaparte, ad Antonio e Cleopatra, Giovanni e Giuda, Euridice e gli archetipi che ci guidano attraverso i miti e i testi sacri

    – di Matteo Bianchi

1-10 di 392 risultati