Ultime notizie:

Giulio Bollati

    Che si fa di Anna Frank?

    Nell'indice dell'anno 1952 delle opere discusse nelle riunioni del mercoledì all'Einaudi il Diario di Anna Frank non c'è. E fu per certo quello l'anno in cui si decise la pubblicazione di uno dei primi dieci libri letti nel mondo, perché il titolo compare tra le note amministrative per il compenso

    – di Cristina Battocletti

    Che si fa di Anna Frank? Nonostante l'entusiasmo di Natalia Ginzburg per il «Diario», Einaudi ne affidò la lettura fuori dal comitato del «mercoledì» con un anomalo iter editoriale

    Nell'indice dell'anno 1952 delle opere discusse nelle riunioni del mercoledì all'Einaudi il Diario di Anna Frank non c'è. E fu per certo quello l'anno in cui si decise la pubblicazione di uno dei primi dieci libri più letti nel mondo, perché il titolo compare tra le note amministrative per il compenso della traduzione dall'olandese, commissionata il 15 gennaio 1953 ad Arrigo Vita per 115mila lire. Nei faldoni dell'Archivio Storico Einaudi presso l'Archivio di Stato di Torino si possono infatti t...

    – Cristina Battocletti

    L'Italia di De Rita dal boom allo storytelling

    Giuseppe De Rita, fondatore e animatore del Censis, ci invita a un ricordare il futuro oltre il presentismo. Ha pubblicato un ponderoso tomo "Dappertutto e rasoterra" cinquant'anni di storia della società italiana (Mondadori). Un affresco, una icona, per dirla con il Cacciari del "Pensare per

    – di Aldo Bonomi

    60 anni di umanesimo scientifico

    E' il 25 aprile 1945. Ludovico Geymonat vuole che nel colophon dei suoi Studi per un nuovo razionalismo, usciti per un piccolo editore (Chiantore), ci sia scritta, ben chiara, proprio quella data. La Liberazione doveva essere anche una liberazione da una morsa culturale in cui è stretto un Paese che

    – di Armando Massarenti

    Addio allo scrittore Sebastiano Vassalli

    E' morto nella notte all'ospedale di Casale Monferrato, dove era stato ricoverato per l'aggravarsi delle sue condizioni, lo scrittore Sebastiano Vassalli. Aveva 73 anni ed era malato da tempo. Vincitore dei maggiori premi letterari italiani, tra cui lo Strega e il Campiello, ha scritto per i più

    La rivoluzione dei «goriziani»

    «Qui è notte fonda, su un'isola popolata di fantasmi. Barricata su se stessa, lontana dalla memoria degli uomini». A pronunciare queste parole non è il

    Il doppio cuore di Chastel

    Il profilo umano e culturale dello storico dell'arte francese nato cent'anni fa, che elesse l'Italia a sua patria spirituale e dedicò molti studi al Rinascimento - Avvertiva nel Bel Paese un'atmosfera sottile di arte e poesia. Si occupò di pittori (Botticelli), opere (Gioconda) e vicende storiche (sacco di Roma)

    Torna la voce di Zeri

    Tre volumi raccolgono gli ultimi articoli e le ultime lezioni dello studioso, le sue lettere alla casa editrice Einaudi e i copioni delle sue trasmissioni televisive in Rai

1-10 di 14 risultati