Ultime notizie:

Giovanni Proietti

    Ponte Morandi, tre mesi d'indagini: il nodo dell'interrogatorio dell'ad Castellucci

    Ministero delle Infrastrutture e Autostrade per l'Italia erano nelle condizioni di conoscere lo stato in cui si trovava il ponte Morandi, il viadotto di Genova il cui crollo del 14 agosto ha provocato la morte di 43 persone. A tre mesi dal crollo, l'indagine giudiziaria - coordinata dal procuratore

    – di Ivan Cimmarusti

    Ponte Morandi, i progetti di ricostruzione rischiano di andare al vaglio degli indagati

    E all'interno della Dgvca l'ufficio preposto all'analisi di progetti e investimenti è la quarta divisione, diretta da Giovanni Proietti, anch'egli indagato. Difficile che Cinelli e Proietti vogliano valutare i progetti: nella vicenda del Ponte Morandi è già accaduto due volte che dirigenti ministeriali si trovassero in conflitto d'interessi e hanno dovuto lasciare gli incarichi che stavano svolgendo. ... A meno che il ministro, Danilo Toninelli, non sospenda o sostituisca Cinelli e Proietti.

    – di Maurizio Caprino

    Ponte Genova, incidente probatorio: i quesiti della procura

    Con loro anche il direttore generale della vigilanza delle Infrastrutture Vincenzo Cinelli e il predecessore Mauro Coletta, i dirigenti Bruno Santoro e Giovanni Proietti, l'ex direttore della manutenzione Mario Bergamo e il responsabile del tronco autostradale di Genova Stefano Marigliani.

    – di Ivan Cimmarusti

    Ponte di Genova, ecco i nomi di chi sapeva delle criticità

    Tra i nomi contenuti nella lista depositata dal primo gruppo della Guardia di finanza di Genova, al comando del colonnello Ivano Bixio, ci sono Vincenzo Cinelli, direttore generale della vigilanza del ministero delle Infrastrutture, il suo predecessore Mauro Coletta, i responsabili di divisione Bruno Santoro e Giovanni Proietti.

    – dal nostro inviato Ivan Cimmarusti

    Crollo A14, indagato anche il supercontrollore delle autostrade

    Pare non se ne sia ancora accorto nessuno, ma tra i 41 indagati per il crollo dell'8 marzo sull'A14 (due morti) c'è un nome grosso. Molto grosso. Mauro Coletta, direttore della Svca (Struttura di vigilanza sulla concessioni autostradali del ministero delle Infrastrutture, l'ex-Ivca dell'Anas). Insomma, il controllore delle autostrade italiane. Un ruolo creato da Antonio Di Pietro da ministro durante il governo Prodi, quando si decise di stoppare l'operazione Autostrade-Abertis paventata dieci an...

    – Maurizio Caprino