Persone

Giovanni Legnini

Giovanni Legnini è nato il 6 gennaio del 1959 a Roccamontepiano (CH) ed è un politico ed avvocato italiano, attualmente Vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura.

In passato ha rivestito diversi incarichi istituzionali, quali Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri del Governo Letta (dal 28 aprile 2013 al 22 febbraio 2014) e Sottosegretario di Stato del Ministero dell'Economia e delle Finanze nel Governo Renzi (dal 28 febbraio 2014 al 30 settembre 2014).

Laureatosi in giurisprudenza presso l'università di Teramo, esercita la professione forense a Chieti ed è docente di ruolo in aspettativa di discipline giuridiche ed economiche.

Dal 1990 al 2002 è stato sindaco del comune di Roccamontepiano (CH).

E' stato eletto, sempre nell'area di sinistra al Senato della Repubblica, nella XIV, XV, XVI legislatura, per essere eletto deputato alla Camera nella circoscrizione XVII (Abruzzo) nel 2013.

Il 26 settembre del 2014 si è dimesso dalla carica di deputato per partecipare alle elezioni di vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura, è stato eletto il 30 settembre del 2014, con con 20 voti a favore, 3 schede bianche, una nulla ed una dispersa.

Giovanni Legnini è sposato con Annarita Di Nizio e padre di due figli.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Elezioni | Giovanni Legnini | Csm | Deputato | Vicepresidente | Annarita Di Nizio | Ministero dell'economia e delle finanze | Abruzzo | Governo Renzi | Governo Letta | Senato |

Ultime notizie su Giovanni Legnini

    Csm, il bilancio di Legnini: in 4 anni 1.043 nomine e autoriforma

    E' il bilancio della consiliatura del vicepresidente del Csm, Giovanni Legnini, il cui mandato scade in questi giorni. E' previsto tra mercoledì e giovedì, infatti, il voto per l’elezione del successore di Legnini. ... Parlando a margine dell’ultimo plenum, Legnini ha espresso «soddisfazione per la laboriosità e l'enorme produzione consiliare di questi anni», spiegando che «simo intervenuti su quasi tutti gli spazi di normazione secondaria che l'ordinamento assegna al Csm.

    – di Alessia Tripodi

    «Via correnti sinistra toghe»: magistrati in rivolta per le parole del sottosegretario Morrone

    Che infatti esplode, con la reazione indignata, a stretto giro, di un consigliere del Csm e di Area, il gruppo che rappresenta le correnti di sinistra della magistratura, seguite dalle durissime prese di posizione critiche dell'Anm e del vicepresidente del Csm, Giovanni Legnini, che arriva a chiedere al ministro pentastellato della Giustizia Bonafede di «assumere delle determinazioni» per censurare il sottosegretario Morrone, avvocato, deputato nonché segretario della Lega Nord Romagna.

    – di V.N.

    Tribunale Bari, udienze penali rinviate per un mese per rischio crollo

    Il gazebo giallo all'ingresso della tendopoli della giustizia barese accoglierà gli avvocati e l'utenza del Tribunale per i controlli. Poi, superate le transenne, si accederà all'area allestita con le aule nelle tre tensostrutture montante ieri dalla Protezione civile regionale.

    Napolitano, i medici: «Il miglioramento è costante»

    Il miglioramento clinico del presidente emerito della Repubblica Giorgio Napolitano «è costante: ha trascorso una notte tranquilla e questa mattina per la prima volta ha effettuato una piccola prima colazione». Buone notizie dal bolletino medico dell'ospedale San Camillo dove 36 ore fa Napolitano è

    – di Nicoletta Cottone

    Carceri, riforma in stand by: detenuti ancora oltre la capienza

    Il sasso lo ha lanciato Roberto Fico dopo il richiamo del garante dei detenuti. E' stato il presidente della Camera, conquistando l'apprezzamento di buona parte del Pd (dal ministro della Giustizia Orlando, a quello per i Rapporti con il Parlamento Anna Finocchiaro, al capogruppo dem alla Camera

    – di Andrea Gagliardi

    Consulta e Csm, conta in vista per le nomine parlamentari

    «Quanto prima». E' questo il timing indicato dal presidente della Camera, Roberto Fico, nel corso della conferenza dei Capigruppo di mercoledì scorso, parlando di uno dei primi adempimenti della Camera, considerato urgente e prioritario (almeno a parole) da tutti i grupppi politci: l'elezione, in

    – di Vittorio Nuti

    Regeni, il capo della Polizia Gabrielli: da pm Zucca accuse infamanti

    «Arditi parallelismi e infamanti accuse che qualificano soltanto chi li proferisce». Così il capo della Polizia, Franco Gabrielli, ha commentato le parole del sostituto procuratore della corte d'appello di Genova Enrico Zucca che ieri, durante un dibattito sulla morte di Giulio Regeni, facendo un

    – di Redazione Roma

1-10 di 341 risultati