Ultime notizie:

Giovanni Goria

    Il divorzio tra Tesoro e Bankitalia che cambiò la politica monetaria

    «Caro Governatore, ho da tempo maturato l'opinione che molti problemi di gestione della politica monetaria siano resi più acuti da un'insufficiente autonomia della condotta della Banca d'Italia...». Un motociclista il 12 febbraio 1981 percorse il breve tratto da via Venti Settembre a via Nazionale

    – di Davide Colombo e Carlo Marroni

    Rifiuti, maggioranza divisa sulla norma azzoppa-riciclo. A rischio il ricupero

    Posizioni contrapposte nella maggioranza in Senato attorno alle regole "end of waste" sul riciclo. E torna a galla la norma azzoppa-riciclo che era stata soppressa la settimana scorsa; se dovesse essere approvata, potrebbe saltare - per una legge dello Stato - il riciclo di quei rifiuti che tornano

    – di Jacopo Giliberto

    E' morto Luigi Rossi di Montelera, fu industrale e deputato

    Lutto nel mondo dell'imprenditoria. E' morto per un malore, durante una battuta di caccia in Val d'Aosta, Luigi Rossi di Montelera, 72 anni, dirigente d'azienda, industriale, politico ed esponente della nobile famiglia piemontese della Martini&Rossi. Figlio del conte Napoleone Rossi di Montelera e

    – di Adriana Fracchia

    Dalla Dc a Emma Bonino: chi è Bruno Tabacci, il politico dalle mille vite

    Il leader di Centro democratico, Bruno Tabacci, centrista convinto, offre una ciambella di salvataggio alla lista di Emma Bonino. Ma chi è questo politico di lungo corso? Una cosa è certa: il suo esordio politico è nella Democrazia cristiana. Poi il suo percorso passa attraverso centrodestra e

    – di Mariolina Sesto

    Bruno Tabacci (Des-Cd)

    Politico democristiano di lunghissimo corso il deputato Bruno Tabacci, nato a Quistello nel 1946, è laureato in Economia e commercio all'Università degli Studi di Parma ed ha lavorato come consulente libero professionista in materia economico-finanziaria. Negli anni Ottanta ha diretto l'ufficio

    Fanfani, Renzi e l'effetto tv

    Trent'anni fa, tra la primavera e l'estate del 1987, si verificava un evento che potremmo definire eccezionale nella storia della Repubblica: un Governo formato da esponenti del partito di maggioranza, allora la Democrazia cristiana, che non ottiene il voto di fiducia del suo stesso partito. E' stato questo il tema della mia risposta alla lettera pubblicata martedì 3 gennaio sul Sole 24 Ore. Una risposta che, per mancanza di spazio, non approfondiva il vero motivo per cui la Dc voleva andare all...

    – Gianfranco Fabi

    Renzi, Gentiloni, Fanfani e i Governi dimissionari

    Caro Fabi, l'ultima crisi politica mi ha lasciato qualche dubbio e perplessità sotto l'aspetto istituzionale. Posso capire le ragioni contingenti per cui Matteo Renzi si è dimesso poche ore dopo aver avuto un voto di fiducia del Parlamento. Mi chiedo tuttavia se, per ipotesi, il Governo successivo

    – di Gianfranco Fabi

    Il segreto del metodo Ciampi

    Livornese sì ma atipico, schivo, Carlo Azeglio Ciampi non era un "temerario", esattamente come ha scritto di lui il suo strettissimo collaboratore, prima a Palazzo Chigi e poi al Quirinale, Paolo Peluffo.

    – di Guido Gentili

1-10 di 25 risultati