Ultime notizie:

Giovanni Caccavello

    Dieci anni dopo la grande recessione, il "libero scambio" è un po' meno libero

    Sono passati dieci anni dal famoso crollo di Lehman Brothers e dal successivo panico finanziario che si scatenò sui mercati di tutto il mondo. Proprio per questo motivo, nelle ultime settimane molti "addetti ai lavori" hanno cercato di ripercorrere quanto avvenuto a seguito della grande recessione del 2008-2009. Dall'Economist a McKinsey, da Bloomberg all'OCSE, tutti sembrano concordare con il fatto che il sistema bancario globale odierno sia più sicuro e meno interconnesso rispetto a quello del...

    – Giovanni Caccavello

    Quel deficit italiano che potrebbe piacere a Trump

    Leggendo attentamente l'impeccabile contributo di Giovanni Caccavello, pubblicato da Econopoly il 2 ottobre scorso, possiamo fare dei passi avanti significativi: "Il deficit commerciale di una nazione è, prima di tutto, determinato dai flussi di... Più avanti, Caccavello continua: "Questa manovra espansiva - con riferimento alla politica economica di Trump -, oltre ad aumentare il debito, sta aumentando sia la crescita del PIL sia le importazioni.

    – Francesco Mercadante

    La grande e futile ossessione economica di Trump: il deficit commerciale

    Esattamente due anni fa Donald Trump si apprestava ad entrare nel suo ultimo mese di campagna elettorale e a vincere, in modo sorprendente e spettacolare, le elezioni presidenziali statunitensi. Tra i suoi slogan politici preferiti, oltre al muro al confine con il Messico, alla riforma fiscale e alla revoca dell'Obamacare, Trump ha sempre sostenuto la convinzione che una delle priorità principali della sua amministrazione sarebbe stata quella di ridurre il deficit commerciale. Al di là della re...

    – Giovanni Caccavello

    L'Italia ha bisogno del libero scambio: ecco perché dire no al CETA sarebbe un errore

    Nel corso di questi ultimi mesi il governo Lega-M5S ha più di una volta fatto intendere che l'Italia non ratificherà il CETA, l'accordo di libero scambio tra l'Unione Europea e il Canada. Lo ha detto chiaramente a giugno il ministro dell'agricoltura Gian Marco Centinaio, e più recentemente, a luglio, ha avanzato dubbi anche il vice Presidente del Consiglio Luigi Di Maio. Ad oggi il governo non ha ancora annunciato quando intenderà avviare il dibattito parlamentare sulla (non)-ratifica dell'acco...

    – Giovanni Caccavello

    Perché Roberto Mancini e Matteo Salvini sbagliano sui troppi stranieri in Serie A

    Dopo una lunga estate passata a guardare i primi Mondiali di calcio dal 1958 senza gli Azzurri, ieri sera la nostra Nazionale è tornata finalmente in campo. La neonata UEFA Nations League non è iniziata con una vittoria. Il pareggio con la Polonia, con gol su rigore dell'oriundo Jorginho, ha messo in mostra una squadra che fatica a costruire gioco. Non solo, si è visto anche un ambiente ancora scosso per la mancata partecipazione all'ultima Coppa del Mondo. Pochi giorni prima della delicata dopp...

    – Giovanni Caccavello

    L'Euro moneta senza Stato e le promesse irrealizzabili della politica

    Il 1° gennaio 1999 l'Euro debuttò sui mercati finanziari. I tassi di cambio, tra le prime undici valute nazionali aderenti all'Unione economica e monetaria, furono determinati dal Consiglio europeo in base ai loro valori sul mercato al 31 dicembre 1998 in modo che un ECU (European Currency Unit, Unità di valuta europea) fosse pari a un euro. Questi tassi di cambio non furono stabiliti in una data precedente semplicemente a causa della composizione particolare dell'ECU, il quale era un'unità di c...

    – Giovanni Caccavello

    Bollette smartphone a 28 giorni, la scelta è fra concorrenza e diktat legislativi

    Nel corso degli ultimi due anni tutti i principali operatori di telefonia mobile hanno iniziato a introdurre modalità di rinnovo automatico delle offerte ricaricabili ogni 28 giorni (base quadri-settimanale) anziché su base mensile. Successivamente tale pratica è stata seguita nelle offerte di telefonia fissa, e da ultimo anche dal principale operatore di pay-tv (Sky Italia). Questa condotta e la sua diffusa e parallela adozione da parte dalle maggiori compagnie di telecomunicazioni (Wind, Voda...

    – Giovanni Caccavello

1-10 di 27 risultati