Persone

Giovanna Furlanetto

Giovanna Furlanetto, nata a Bologna nel 1943, è presidente di Furla, l'azienda fondata dal padre Aldo nel 1927 e che festeggia quindi 90 anni proprio nel 2017.

Entrata in azienda nel 1963 per occuparsi soprattutto di sviluppo di prodotto, ha poi ricoperto vari ruoli e nel 1989 è diventata amministratore delegato, salvo in seguito scegliere, per la gestione operativa, manager esterni all'azienda (come fu Eraldo Poletto, oggi ceo di Ferragamo) o alla famiglia. L'attuale ad è Alberto Camerlengo, che non è un discendente del fondatore ma lavora in Furla dal 2011.

Tra i numerosi riconoscimenti, quello di Ambasciatrice dell'economia italiana nel mondo, ricevuto dalla Camera di commercio di Bologna nel 2007. L'anno successivo è diventata Cavaliere del lavoro e nel 2015 è arrivata la Mela d'oro della 27esima edizione del Premio Marisa Bellisario, “Donne ad alta quota” con la seguente motivazione: «Per la lungimiranza, il dinamismo e la determinazione con cui ha affermato in tutto il mondo un brand oggi sinonimo di stile, qualità ed eleganza e per l'impegno generoso con cui promuove i giovani artisti».

Ultimo aggiornamento 05 giugno 2017

Ultime notizie su Giovanna Furlanetto

    Gli azionisti di Furla studiano il riassetto

    Per ora sono soltanto riflessioni, ragionamenti iniziali. Ma per Furla, la società di pelletteria di San Lazzaro di Savena (Bologna), si fa più concreta l'ipotesi di un futuro riassetto azionario. Come realizzarlo è invece ancora tutto da vedere, ma per ora secondo le indiscrezioni sarebbe stato affidato, nei mesi scorsi, un mandato a una banca d'affari straniera. La società, per qualche anno, ha anche accarezzato l'idea dello sbarco borsistico, tranne poi rinunciare al progetto. Un anno fa Tam...

    – Carlo Festa

    Stefano Ricci dona un milione di mascherine

    Otb destina all'emergenza il 10% delle vendite online, Luxottica punta sul welfare aziendale: 500 euro a chi è in cassa integrazione, tagli del 50% ai compensi dei manager

    Dalle starlette a Audrey Hepburn: a Bologna il cinema incontra la moda

    C'era una volta il mondo delle starlette e delle pin-up, corollario dello star system hollywoodiano. Testimoni di una stagione del cinema - quella compresa prevalentemente tra gli anni Quaranta e Cinquanta - ma anche di molte stagioni della moda, erano le eterne aspiranti dive a cui è dedicata

    – di Natascia Ronchetti - Bologna

    Furla, ricavi in crescita del 10%. Il Giappone è il primo mercato

    Fatturato in crescita (oltre 250 milioni) del 10% con l'export, ottimo rapporto qualità-prezzo, perfetta corrispondenza con quell'idea di lusso accessibile legata, certo, al prodotto, ma anche all'aspetto dei negozi, alle loro posizioni nei centri storici, ai servizi e alla comunicazione. Sono gli

    – di Giulia Crivelli

    Attrattività finanziaria, le regine sono Technogym e Furla

    Sono due imprese emiliano-romagnole Technogym (tra le aziende quotate) e Furla (tra le non quotate) cui va il premio "attrattività finanziaria 2018", prima edizione dell'iniziativa promossa da Gea, Hbr Italia e Arca Fondi Sgr con il patrocinio di Borsa Italiana. Un riconoscimento per la capacità

    – di Mara Monti

    I ricavi di Furla crescono del 20% e sfiorano il mezzo miliardo

    Traguardo del mezzo miliardo mancato per un soffio, ma va benissimo così. «Quel milione che manca ci sembra quasi di buon auspicio: ci ricorda che nel 2018 andremo ben oltre, proseguiremo su questa strada di crescita sostenibile, che ci ha permesso di essere globali e di mantenere allo stesso tempo

    – di Giulia Crivelli

    Per E&Y è Remo Ruffini (Moncler) l'imprenditore dell'anno

    E' Remo Ruffini il vincitore nazionale della ventunesima edizione del Premio EY "L'Imprenditore dell'anno", il riconoscimento creato dalla società di analisi e consulenza e riservato a imprenditori italiani alla guida di aziende con un fatturato di almeno 25 milioni e che abbiano saputo creare

1-10 di 20 risultati