Ultime notizie:

Giotti

    Hotel: tutte le aperture da qui al 2022

    Gli investitori puntano ad acquisire strutture nella fascia di lusso. Intanto i grandi brand di gestione si posizionano a Milano, Roma e in altri centri di primo piano

    – di Laura Dominici

    Hotel di lusso, Giotti punta sulla Sicilia e 14,5 milioni arrivano da Invitalia

    La famiglia toscana Giotti accelera sulla Sicilia e punta sul turismo. Di seguito la nota di Invitalia. Tre hotel di lusso a Palermo, Siracusa e Taormina per intercettare il turismo di fascia alta, con la creazione di oltre 100 nuovi posti di lavoro. La società Luxury Private Properties, controllata dalla famiglia Giotti di Firenze, rafforza il ruolo di player del lusso in Sicilia. L'investimento è di 34 milioni di euro, di cui 14,5 concessi da Invitalia attraverso il Contratto di Sviluppo. Il ...

    – Vincenzo Chierchia

    L'azienda toscana attira investitori

    Castelli e tenute agricole continuano a passare di mano, come avviene ormai da decenni. Ma la vera sorpresa dell'ultimo anno, in Toscana, è l'appeal che la manifattura sta esercitando verso gli investitori provenienti da fuori regione - stranieri ma anche italiani - sempre più spesso a caccia di

    – di Silvia Pieraccini

    Luxury hotels: Giotti (Ashbee hotel Taormina) ha acquisito il Des Etrangers di Siracusa

    La Famiglia Giotti, cui fa capo l'Ashbee Hotel di Taormina, attraverso la Elaion srl ha rilevato lo storico albergo di Siracusa "Hotel Des Etrangers & SPA" - come informa una nota -  a completamento della terza fase della Procedura di dismissione dei complessi immobiliari e aziendali di proprietà di Amt Real Estate S.p.A. e di Acqua Marcia Turismo S.r.l. in liquidazione. Come nel caso della vendita del San Domenico Palace di Taormina, anche in questa rilevante operazione di vendita, il cui impor...

    – Vincenzo Chierchia

    Al Festival di Venezia arriva la carica dei «Giovani autori italiani»

    Non solo nomi affermati e grandi autori alla Mostra di Venezia: al Lido anche quest'anno trovano spazio nuovi giovani promettenti registi, grazie al concorso «I Love Gai» (l'acronimo sta per Giovani autori italiani)».Giunta alla seconda edizione, la competizione, nata da un'iniziativa Siae in

    – di Andrea Chimento

    Software house di Lucca pagata a peso d'oro da multinazionale olandese

    Chi era rimasto a bocca aperta, in Toscana, per i 120 milioni di euro pagati nel dicembre scorso dagli americani di McCormick per l'azienda fiorentina di aromi Giotti (53 milioni di fatturato con un ebitda di poco inferiore a 7 milioni), ora rischia di sorprendersi ancora di più di fronte ai 300

    – di Silvia Pieraccini

    Cinema, Venezia lancia «I love GAI» per lanciare giovani talenti

    Non ci sono unicamente grandi autori e volti noti in cartellone alla Mostra di Venezia: come dimostra il concorso I LOVE GAI (l'acronimo sta per Giovani Autori Italiani), al Lido c'è anche spazio per nuovi registi e giovani talenti in cerca di consacrazione. La competizione, nata da un'iniziativa

    – di Andrea Chimento

1-10 di 23 risultati