Ultime notizie:

Giorgio Zanchini

    (S)ragionare per slogan, una malattia del lessico contemporaneo

    Non so se sia la paura per la pandemia o se piuttosto non sia un segno della cosiddetta "cultura orizzontale" - quella della reta internet, priva di filtri e dall'aspetto frammentario - di cui già tempo fa discutevano Giovanni Solimine e Giorgio Zanchini in un saggio omonimo, pubblicato da Laterza.

    – di Giuseppe Lupo

    Padova, nasce il "Catalogo delle perdite e dei ritrovamenti in tempi di Covid-19"

    Ci sono le voci di medici, psicologi, politologi, geografi, astronomi, antropologi, scrittori, rabbini, monaci cattolici e tibetani, rianimatori, drammaturghi, attori, immunologi, giornalisti, neuropsicologi, filosofi, oncologi, teologi, sociologi, critici cinematografici e critici d'arte. Diversi punti di vista da cui lo sguardo umano parte, per affrontare lo stesso problema, e offrire opportunità inattese di ispirazione per trovare soluzioni al dopo pandemia Se una metafora può essere scelta...

    – Barbara Ganz

    Prima vitoria democratica sul virus. Il peggio verrà dopo

    Nella ancor giovane democrazia coreana del Sud - 33 anni - il presidente uscente Moon Jae-in ha stravinto le elezioni. Il suo Partito Democratico ha conquistato 180 dei 300 seggi parlamentari, 60 più del voto precedente. Dall'entrata in vigore della Costituzione democratica del 1987 non c'era mai stata una vittoria così netta. La vera notizia non è questa. Quello coreano è stato il primo voto della nuova Era D.C (Dopo Covid). Con guanti e mascherine, gli elettori sono andati ai seggi tenendo le...

    – Ugo Tramballi

    Profughi e magliari

    I numeri dell'UNHCR, l'Agenzia Onu per i profughi, sono un dato statistico e matematico, non l'opinione di un circolo culturale liberal. I profughi solo 68,5 milioni, cioè l'1% della popolazione mondiale. Nella storia, da che si conta il problema con approssimazione scientifica, non ce ne sono mai stati così tanti. Di questi, 40milioni sono sfollati all'interno del loro stesso paese; 25,4 sono profughi e 3,1 milioni richiedenti asilo. Circa la metà dei profughi vengono solo da tre paesi: Siria ...

    – Ugo Tramballi

    La passione di Michele e il miracolo di Matera

    Sono stato a Trani tre settimane fa, di domenica, in un ex carcere che è oggi uno dei castelli federiciani più belli e si snoda su una pianta quadrangolare con

    – di Roberto Napoletano

    Se i festival sono lumini

    In un paese pieno di contraddizioni c'è un paesaggio che pare diventato singolarmente uniforme. E' quello che riguarda il rapporto degli italiani con i

    Utopie - percorsi per immaginare il futuro

        Quanto abbiamo bisogno delle utopie e quante sono le utopie? Gillo Dorfles ci racconta dell'architettura come utopia, Laura Gemini dello sguardo utopico all'interno del dispositivo teatrale... ma l'utopia oggi si concretizza supratutto nell'incontro con la tecnologia e nello specifico con il digitale. Giovanni Boccia Artieri allora, in un saggio davvero interessante per la chiarezza e l'acutezza delle riflessioni ci spiega dell'avvento dell'utopia nell'era di Internet come uscita dai model...

    – Simone Arcagni

1-10 di 12 risultati