Le nostre Firme

Giorgio Vaccaro

    La sentenza di Cassazione sul divorzio: uno strumento perequativo

    Quali saranno le conseguenze dopo la pronuncia delle Sezioni Unite, in pratica, cosa cambia ? Questa, sostanzialmente, la domanda che si pongono sia le tanti parti, coinvolte in un giudizio di divorzio, che i loro legali. La risposta la si può trarre dai principi già affermati nelle numerose

    – di Giorgio Vaccaro

    Divorzio e tenore di vita, giudici compatti sul taglio

    L'addio al «tenore di vita» fa tendenza tra i giudici. Negli ultimi sei mesi, infatti, le Corti e i tribunali hanno svincolato l'attribuzione dell'assegno divorzile dal criterio della conservazione del tenore di vita durante il matrimonio per agganciarlo, invece, a quello dell'autosufficienza

    – di Valentina Maglione e Giorgio Vaccaro

    Genitori divisi: no al trasferimento dei figli in una città lontana dal padre

    E' possibile cambiare la collocazione dei figli a favore del padre e no al trasferimento della madre con la prole in un'altra città: prevale l'interesse dei minori a mantenere il rapporto costante con il padre. E si tutela anche il principio della bigenitorialità. Questo è il senso del provvedimento

    – di Giorgio Vaccaro

    I figli vogliono il padre: casa riassegnata

    Il desiderio espresso dai figli durante l'audizione davanti al giudice conta ai fini della loro collocazione. Ciò ha come diretta conseguenza un cambio rispetto alla situazione precedente, scattano la revoca dell'assegnazione della casa e quella del contributo per il mantenimento dei figli. Così la

    – di Giorgio Vaccaro

    Divorzio, niente assegno all'ex che guadagna già mille euro

    L'«indipendenza economica» che fa venir meno il diritto all'assegno divorzile è «la capacità per una determinata persona, adulta e sana, di provvedere al proprio sostentamento, inteso come capacità di avere risorse per le spese essenziali (vitto, alloggio, esercizio dei diritti fondamentali)». E un

    – di Giorgio Vaccaro

    Effetti anche sulle separazioni

    L'aspetto più innovativo della sentenza 11504 del 10 maggio 2017, è quello costituito dal diverso parametro-guida scelto dalla Cassazione, una volta "rottamato" il concetto del tenore di vita. La Corte ha incentrato il punto di riferimento - per riconoscere o meno l'assegno divorzile al richiedente

    – di Giorgio Vaccaro

1-10 di 30 risultati