Le nostre Firme

Giorgio Santilli

Capo della redazione romana |  @giorgiosantilli |

Giorgio Santilli ha 57 anni, due figlie, è attualmente capo della redazione romana del Sole 24 Ore, quotidiano in cui è entrato nel 1988. Prima di diventare caporedattore centrale, ha scritto per il giornale di investimenti pubblici, infrastrutture, trasporti, architettura. Ha creato per Il Sole 24 Ore negli anni ’90 i settimanali «Edilizia e Territorio» e «Progetti e concorsi» (poi trasformati in quotidiano digitale) e il quindicinale «Trasporti».

  • Luogo: Roma
  • Lingue parlate: Inglese, francese
  • Argomenti: Politica, politica economica, investimenti pubblici, infrastrutture, trasporti, architettura, urbanistica

Ultimo aggiornamento 02 maggio 2019

Ultimi articoli di Giorgio Santilli

    Fs-Anas, rush su 1.600 cantieri. Commissari previsti su 66 opere

    Comincia a prendere forma il piano del governo per i commissariamenti di opere previsti dal decreto sbloccacantieri. Le prime 66 opere pronte per entrare nel «piano Conte» arrivano da Rete ferroviaria italiana (Rfi) e Anas: sono le opere più strategiche e di maggiori dimensioni di un piano di

    – di Giorgio Santilli

    Tria al Sole 24 Ore: «No a nuovo deficit per tagliare le tasse»

    «Il debito italiano è sostanzialmente stabilizzato da anni, con oscillazioni minime. Nelle sue previsioni la commissione europea ha confermato quanto abbiamo scritto un mese fa nel Def: c'è una distanza su deficit e debito nel 2020, ma è dovuta al fatto che Bruxelles sviluppa una previsione a

    – di Giorgio Santilli e Gianni Trovati

    Per bus e metrò 14 miliardi al via: spinta al Pil da 0,2% e 110mila posti

    Ci sono - già stanziati e pronti per essere spesi - 14 miliardi in cinque anni, dal 2019 al 2023, per investimenti nel trasporto pubblico locale. Una svolta finanziaria maturata fra il 2016 e il 2018 che da quest'anno comincia a dare i suoi frutti, se anche una città come Roma, dove l'Atac ha

    – di Giorgio Santilli

    Sbloccacantieri, tredici provvedimenti da riscrivere: tutto fermo per sei mesi

    Sei mesi per fare il nuovo regolamento appalti riscrivendo da zero 13 provvedimenti del vecchio codice, totale assenza di norme per semplificare la via crucis delle procedure e delle autorizzazioni che richiede otto anni per arrivare a una gara (di cui la metà per inerzia burocratica), tempi lunghi

    – di Mauro Salerno e Giorgio Santilli

    Sblocca cantieri in panne, commissari già in ritardo

    Sono passati quasi 70 giorni dalle prime anticipazioni che attribuivano al governo e all'«imminente» decreto sbloccacantieri la volontà di accelerare grandi e piccole opere italiane mediante la nomina di commissari straordinari dotati di poteri eccezionali, in deroga alle farraginose procedure

    – di Giorgio Santilli

    Investimenti e crescita non possono più attendere

    Il decreto legge «sbloccacantieri» è stato approvato dal Consiglio dei ministri il 20 marzo. Serviva per sbloccare l'Italia ma è rimasto bloccato 27 giorni fra spinte elettoralistiche e divergenti visioni politiche di Lega e M5s (soprattutto su poteri e numero dei commissari), verifiche tecniche su

    – di Giorgio Santilli

    Pronto il piano del Demanio: 1.500 beni in vendita

    «Il piano vendite del Demanio è pronto, nei prossimi giorni lo trasmetterò al Ministro dell'Economia. Abbiamo individuato una prima lista di 1.500 beni da vendere. Di questi 1.100 hanno un valore limitato, sotto i 100mila euro: la loro cessione è di fatto una pulizia strategica del nostro

    – di Giorgio Santilli

    Sblocca-cantieri, il governo accelera: con i commissari taglio ai tempi

    Ora che è scattata la tregua sulla Tav, il decreto legge sblocca-cantieri punta decisamente al prossimo Consiglio dei ministri. Si comincia a mettere a punto il provvedimento e certe polemiche delle settimane scorse, se siano o no bloccati i cantieri, lasciano la scena alle bordate di Matteo

    – di Giorgio Santilli

    Tav, gare al via come previsto. Ecco perché ha vinto Salvini

    I bandi della Telt partono o vengono rinviati? Perdiamo i fondi Ue o no? La risposta è chiara: la procedura di gara, sia pure in una fase iniziale di preselezione, parte e i fondi Ue sono salvi, almeno per ora. Eppure, intorno a questi due interrogativi si è consumata buona parte della giornata di

    – di Giorgio Santilli

1-10 di 1054 risultati