Ultime notizie:

Giorgio Manganelli

    FUGLAR Inventario non convenzionale degli uccelli d'Islanda

    Questo è un articolo-mappa su un raffinato libro che non è un'enciclopedia ma neppure un graphic novel. Un inconvenzionale calembour, un gioco eppure un testo scientifico. Per bambini ma anche per adulti. FUGLAR Inventario non convenzionale degli uccelli d'Islanda (Quinto Quarto Edizioni, ?18, trad.it. Silvia Cosimini, cartolina di Giorgio Vasta) di Hjörleifur Hjartarson - autore, musicista, traduttore, insegnante - e Rán Flygenring - illustratrice e designer - è un divertissement e un libro di...

    – Mauro Garofalo

    Behrouz Boochani: «Sei anni prigioniero dell'Australia»

    Lo scrittore curdo iraniano è stato detenuto insieme a migliaia di richiedenti asilo senza un'accusa né una condanna: «Un crimine contro l'umanità e nessuno se ne cura». Il racconto in un potente memoir

    – di Lara Ricci

    Il libro percepito

    Per scoprire le "next big thing" serve un grande amore: solo così possiamo capire quali storie vogliamo raccontarci intorno a un fuoco grande come il mondo

    – di Francesco Guglieri

    Alta formazione artistica, musicale e coreutica: il sistema in un limbo «a credito»

    Caro ministro Manfredi, in un interessante volume di Gianfranco Viesti, "La laurea negata" (2018), si afferma: «Un'intera generazione di giovani studiosi e ricercatori ha trovato chiuse le porte della carriera universitaria. L'Italia si è così privata del contributo di nuovi brillanti studiosi».

    – di Antonio Bisaccia*

    100 anni di Fellini

    Il 20 gennaio del 1920 nasceva il regista, sceneggiatore, illustratore riminese. Il ritratto dell'uomo, dei suoi film e degli attori feticcio

    – di Cristina Battocletti

    Gogol' Maps: un viaggio letterario a San Pietroburgo

    Ogni tanto Daniele sorride e dice: "Secondo me quei nomi se l'inventa", riferendosi a Paolo Nori e ai suoi scritti sulla letteratura russa. Ché, in effetti, se se li inventasse non se ne accorgerebbe nessuno. Invece io oggi - leggendo il suo lungo articolo pubblicato su Il Foglio e avendo qualche minuto a disposizione - sono andata su Google e li ho cercati, e sono tutti veri. Li ho dovuti cercare perché io di letteratura russa so quasi niente, ho letto solo "Le notti bianche" e un paio di racco...

    – Francesca Milano

    25 anni senza Fellini

    «Dovevo morire! Si conosceva anche la data, esattamente il 4 novembre 1961... Non sono addolorato, non ho paura, bisogna salutare gli amici, e soprattutto disdire gli appuntamenti». Così annotava Federico Fellini il 19 ottobre del 1961 nel diario in cui trascriveva, illustrandoli, i suoi sogni per

    – di Cristina Battocletti

    25 anni senza Fellini: l'uomo, il fumettista, il regista

    Moriva 25 anni fa il grande regista, fumettista e sceneggiatore, vincitore di 5 Oscar, di cui uno alla carriera. Rese immortali la sua Rimini e l'Italia degli anni Sessanta «Dovevo morire! Si conosceva anche la data, esattamente il 4 novembre 1961... Non sono addolorato, non ho paura, bisogna salutare gli amici, e soprattutto disdire gli appuntamenti». Così annotava Federico Fellini il 19 ottobre del 1961 nel diario in cui trascriveva, illustrandoli, i suoi sogni per Ernst Bernhard, lo psico...

    – Cristina Battocletti

    Il ritorno impossibile

    L'effetto che un viaggio in Africa produce su un europeo lo si capisce solo quando si cerca di ritornare. E così Giorgio Manganelli, per raccontare i due mesi in cui si spostò dalla Tanzania all'Egitto, sulla rotta Dar El Salaam-Il Cairo di un'ipotetica strada «Transafricana1», ha la bella idea di

    – di Lara Ricci

1-10 di 37 risultati