Ultime notizie:

Giorgio Colli

    60 anni di umanesimo scientifico

    E' il 25 aprile 1945. Ludovico Geymonat vuole che nel colophon dei suoi Studi per un nuovo razionalismo, usciti per un piccolo editore (Chiantore), ci sia scritta, ben chiara, proprio quella data. La Liberazione doveva essere anche una liberazione da una morsa culturale in cui è stretto un Paese che

    – di Armando Massarenti

    Colpi di Stato e massime politiche

    Gabriel Naudé, segretario e bibliotecario del cardinale Francesco Guidi di Bagno, nunzio pontificio a Parigi, ebbe modo di soggiornare in Italia, rimanendovi per un decennio, soprattutto a Roma. Alla morte del porporato (1641) servì il cardinal Barberini; quindi fu chiamato a Parigi da Richelieu,

    – di Armando Torno

    La filosofia di Scholé

    Fare pausa, liberarsi dalla necessità, sospendere le certezze ed aprirsi al dialogo: la Scholé greca era il tempo in cui esercitare la riflessione. E Scholé è il nome dell'associazione culturale che da sei anni organizza a Roccella Jonica, in provincia di Reggio Calabria, la Scuola Estiva di Alta Formazione in Filosofia "Giorgio Colli": per cinque giorni, d'estate, i chiostri dell'ex convento dei Minimi diventano la sede per discutere in modo critico dei problemi del presente.  Un festival? «As...

    – Josephine Condemi

    Puro distillato di classici

    Sossio Giametta è un personaggio notevole, rimasto rispetto ai suoi meriti relativamente ai margini del panorama filosofico italiano (forse perché dal 1965 vive a Bruxelles). E, questo, malgrado abbia scritto su alcuni quotidiani nazionali, abbia tradotto e commentato con grande maestria e

    – Remo Bodei

    Sulla sua tomba a Kaliningrad Kant in pace

    La vita notturna di Kaliningrad non è delle più animate ma ci sono locali nuovi dove sembra di stare in Europa, non fosse che a un certo punto ti dicono con

    – di Antonio Armano

    • Il chimico che salvò Levi

      Fu grazie al «Gattermann», il manuale sul quale imparò il tedesco, che nel lager ebbe un lavoro in laboratorio. Il legame con Umberto Saba - L'editore che pubblicava il saggio, de Gruyter, in seguito diede alle stampe Nietzsche, intersecando così ancora la vita di Primo