Persone

Giorgio Armani

Giorgio Armani nato a Piacenza l’11 luglio del 1934 è uno stilista e imprenditore italiano. Considerato una delle punte di diamante del made in Italy, ha avuto l’indiscusso merito di portare , in tutto il mondo, un modello vincente ed elegante di creatività.Abbandonati gli studi in Medicina, nei primi anni ’60 viene assunto come merchandiser a La Rinascente di Milano, allora, vera e propria fucina di talenti creativi.Nel 1965 viene assunto da Nino Cerruti per dare un nuovo volto al marchio Hitman del Lanificio Francesco Cerruti e disegna così la sua prima linea. Dopo sette anni, su incoraggiamento dell’amico e futuro socio Sergio Galeotti, lascia Cerutti per diventare un disegnatore di moda e consulente free lance. Nel 1975 nasce la Giorgio Armani s.p.a con la primissima linea uomo-donna prèt a porter. A distanza di un anno, la collezione che lo consacra come nuovo talento della moda, è presentata nella prestigiosa Sala Bianca di Firenze ed è l’inizio di uno stile nuovo. La rigidità e le linee squadrate e severe delle giacche da uomo, cedono il passo ad una versione informale, morbida, priva di supporti interni, con i bottoni spostati e senza spalline. Forme libere e lontane dai vecchi canoni ma sempre controllate per eleganza e buon gusto. E per la donna scarpe con il tacco basso e addirittura sportive, vengono accostate agli abiti da sera. La sua notorietà si diffonde in Europa e, grazie a un contratto con il Gruppo Finanziario Tessile, il Gruppo comincia la sua espansione nelle principali capitali europee. Alla fine degli anni 60 la maison è una delle più importanti aziende di moda del globo con le seguenti linee: Le Collezioni, Armani junior, Accessori, Underwear e Swinwear. Nel 1982, la consacrazione definitiva, gli viene attribuita dal Time (Giorgio’s Gorgeous Style). Fra gli stilisti, solo Christian Dior, quarant’anni prima, aveva ottenuto tale onore. E’solo l’inizio di molti successi: nell’83 il Council of Fashion Designers of America lo elegge “stilista internazionale dell’anno”, nominato Commendatore della Repubblica nel 1985, Grande Ufficiale nel 1986 e Gran Cavaliere nel 1987. Premiato dall’associazione animalista Peta nel 1990, nel 91 il Royal College of Art di Londra, gli conferisce la laurea honoris causa e nel 1998 Il Sole 24 Ore gli tributa il Premio Risultati, il riconoscimento assegnato alle imprese italiane che creano valore e rappresentano formule imprenditoriali di successo. Gli anni 80 vedono il gruppo impegnato su diversi fronti: dalla produzione di profumi affidata alla L’Oreal, all’espansione del gruppo in Asia e, nello stesso periodo, alla nascita delle linee Armani jeans e Emporio Armani. Nel 2000 sigla un accordo con il Gruppo Zegna per produrre e distribuire le linee Armani Collezioni in joint venture. Nel 2002 nasce la partnership con Luxottica e, a seguire, le linee Giorgio Armani Cosmetics e Armani Casa.Nella classifica stilata dalla rivista americana Forbes il patrimonio di Giorgio Armani ammonta a circa 7 miliardi di dollari (dati 2017).

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Imprese | Stilista | L'Oréal | Emporio Armani | Ermenegildo Zegna | Nino Cerruti | Gruppo Finanziario Tessile | Christian Dior | La Rinascente | Royal | Sergio Galeotti | Francesco Cerruti | Bianca Sala | Luxottica | College of Art | Peta | Europa | Essere Armani | Renata Molho |

Ultime notizie su Giorgio Armani

    L'urgenza di sfilare tra passato e ottimismo

    ...da più parti, Giorgio Armani in primis. ... Che siano rassicuranti nella loro appropriatezza che esalta le curve femminili, come nel caso di Fendi, nella loro purezza allungata e del tutto senza tempo, come per Giorgio Armani, nella loro eleganza avvolgente e obliquamente classica, come...

    – di Angelo Flaccavento

    Giorgio Armani e l'arte di reinventarsi

    Il primo a farlo è stato Giorgio Armani, dall'alto della sua esperienza, certo, e forte di un'azienda che ha chiuso il 2019 con un fatturato netto di 2,158 miliardi (+2,3% sull'anno precedente), un utile netto consolidato di 124... Giorgio Armani non è certo un nativo digitale, ma ha saputo capire e cavalcare la rivoluzione portata da internet in tutti i suoi aspetti, a cominciare dall'e-commerce. ...della Giorgio Armani.

    – di Giulia Crivelli

    L'omnicanalità è il nuovo campo di battaglia per i brand del lusso

    Le grandi aziende del lusso hanno cominciato a lavorare immediatamente su questo fronte: dai grandi gruppi come Lvhm e Kering a Giorgio Armani che, ai primi di luglio, ha voluto nel board del proprio gruppo il fondatore di Yoox e ceo di... Armani, infatti, ha stretto un accordo con Ynap per riprogettare l'esperienza di acquisto on e offline rendendola più efficace ed efficiente grazie alla combinazione di questi due canali.

    – di Marta Casadei

    Speciale Moda: la fashion week segna l'arrivo della «nuova normalità»

    Ma con le incognite gli stilisti sono abituati a convivere e, anzi, da ogni incognita può nascere una riflessione e un nuovo inizio, come spiega Giorgio Armani, che per questa tornata trasmetterà la sfilata in televisione (sabato 26 settembre in... Oltre alle scelte di Giorgio Armani, lo Speciale racconta le strategie di grandi nomi del made in Italy come Dolce&Gabbana, Tod's, Luisa Spagnoli, Ferragamo, Laura Biagiotti e Furla, accanto a marchi specializzati come Piquadro, che ha in...

    – di Giulia Crivelli

    La bellezza in equilibrio fra eyewear e make-up

    Poi, dopo un buon riposo ristoratore, con palpebre tese e riposate, si potrà prendere la strada della spiaggia indossando un paio di occhiali illuminati da una montatura su due livelli, come quelli di Giorgio Armani (280 euro) e preoccuparsi di... Linda Cantello, l'international make up artist di Giorgio Armani, consiglia di applicarlo così: «Mettere il mascara è come "caricare la pistola".

    – di Francesca Baralis

    In Giappone con Giorgio Armani, fra Kyoto e Tokyo

    Da Kyoto farà tappa a Tokyo («Tre ore di treno a bordo del celebre Shinkansen») e qui festeggerà la riapertura dell'Armani/Ginza Tower e darà vita a una sfilata-evento al Museo Nazionale, con la sua collezione cruise. ... Allo stesso modo, si rileggono e ritrovano qui alcune tappe storiche della moda Armani, tanto che, mentre si celebra la primizia assoluta di una sfilata cruise, Insula, si risale contemporaneamente indietro, fino all'autunno/inverno 1981. ...parla di film, Armani può citare...

    – di Nicoletta Polla-Mattiot

    Sostenibilità, Bonaveri entra nel Fashion Pact

    Bonaveri entra nel gruppo di aziende che aderiscono al Fashion Pact, la coalizione guidata da Kering per la lotta contro il cambiamento climatico formata da oltre 60 marchi della moda internazionali - come Chanel, Giorgio Armani, Ralph Lauren, Prada, Hermès, Karl Lagerfeld, Moncler, Nike, Stella McCartney, Adidas, Burberry, Ermenegildo Zegna, Salvatore Ferragamo - che hanno sottoscritto un accordo per ridurre l'impatto ecologico causato dal settore, indirizzandolo verso un percorso più...

    – di Marika Gervasio

1-10 di 987 risultati