Ultime notizie:

Giorgio Agamben

    dal buio (inverno), il bello del lucente divino natale

    Caro Giotto sono giorni prossimi al Natale ed è sera quando arrivo al terzo piano del Palazzo Caracciolo di Avellino percorrendo la via dell'Anticaglia a Napoli e le vie dintorno disposte e addobbate a festa. Negli spazi dove ora è insediata la Fondazione Morra Greco godo del silenzio denso come di un luogo sacro e giungo per necessaria ascesa alle sale, poco barocche rispetto a tutto il resto, destinate ora ai lavori di Luca Gioacchino di Bernardo. Dopo le luci e le festose luminarie della str...

    – Maria D'Ambrosio

    Oltre mille autori per Più Libri più liberi

    Abraham Yehoshua, Andrea Camilleri, Gianrico Carofiglio, Zerocalcare, Joe R.Lansdale, Patrice Nganang, Pinar Selek, Michael Dobbs, Paolo Giordano, Philippe Forest, Michela Murgia, Fabio Stassi, Luciano Canfora, Giorgio Agamben: ecco alcuni tra gli oltre 1. 200 autori che saranno presenti a Roma a

    – di S.U.

    A tavola la rivalità tra Francia e Italia è questione di etichetta

    Cuisines Croisées"Il sapiente è chiamato così da sapore", scriveva nel secolo XII Isidoro di Siviglia, perché il gusto è un fenomeno che molto ci racconta del mondo in cui viviamo e del modo in cui vivono i nostri vicini, primi tra tutti coloro che con noi condividono la creazione di un immaginario

    – di Riccardo Piaggio

    Il successo del Salone del libro, prossima edizione il 10 maggio 2018

    La 30esima edizione del Salone del Libro di Torino si chiude con il successo decretato anche dai numeri: 165.746 biglietti venduti, di cui 140.746 per i padiglioni del Lingotto e gli altri per le manifestazioni in giro per la città: quasi 40mila in più dell'anno scorso. «Al Salone in questi cinque

    – di Eliana Di Caro

    Guerra allo Stato di diritto

    Non si può comprendere la reale posta in gioco nella proroga di tre mesi dello stato d'emergenza in Francia, se non la si situa nel contesto d'una

    – Giorgio Agamben

    Il valore delle cose

    Un giorno, non importa quando o perché, ci si chiede una definizione di cosa. Non conviene porsi il quesito "che cos'è?", perché si ricorrerebbe alla stessa parola per definirla; né è facile districarsi tra le tante possibili "cose". E' il nome più indeterminato che si riesca a pensare e, al tempo

    – Armando Torno

    Gusto e cucina, piccolo florilegio controcorrente

    E' un'impresa disperata tentare un inventario di libri, opuscoli, trattati dedicati in questi ultimi mesi alla gastronomia, a nuove prospettive in cucina, a considerazioni sugli alimenti e a cose simili. L'Expo di Milano ha favorito il fenomeno. Il quale ha ora raggiunto le librerie dopo aver

    – Armando Torno

1-10 di 39 risultati