Ultime notizie:

Gianni Russo

    Conceria, distretti italiani leader mondiali nell'alta gamma

    «Quando sento parlare di sostenibilità, rispondo subito che, certo, deve essere una priorità per tutti: cittadini, aziende, istituzioni. Ma quando sento nominare o elogiare l'eco-pelle, faccio altrettanto velocemente una domanda: siete sicuri che sia davvero più sostenibile di quella tradizionale?

    – di Giulia Crivelli

    Dall'Italia sfida a Bruxelles sull'ecopelle

    La sfida della globalizzazione è vinta, si potrebbe dire: il settore conciario italiano ha saputo riposizionarsi nell'alto di gamma e da anni detiene il primato internazionale in termini di qualità e fatturato. E' riconducibile ad aziende italiane il 19% del totale mondialedelle pelli conciate e

    – di Giulia Crivelli

    La nuova strada del conciario

    Fino ad un paio di decenni fa, era l'odore acre della lavorazione della pelle a ricordare, lungo l'autostrada A4 tra Montebello e Montecchio, vicino Vicenza, la presenza di un distretto industriale che, qualche chilometro più a nord, tra le vallate di Arzignano e Chiampo, produceva circa la metà

    – di Katy Mandurino

    Concerie frenate dal rallentamento cinese

    «La conceria italiana è viva e, soprattutto, vitale. Siamo 1.218 aziende e ci distinguiamo per una marcata eterogeneità: siamo imprese molto diverse per dimensioni e vocazioni operative. Se volessimo utilizzare un termine alla moda, potremmo dire che la conceria italiana presenta una spiccata

    – di Marika Gervasio

    «Go-Sud» valorizza la cultura del Mezzogiorno

    Beni culturali, Mezzogiorno d'Italia, giovani, no profit: sono le parole chiave del Progetto "Go-Sud - Alla ricerca del possibile nei luoghi della cultura". Un progetto, voluto dal Gruppo del Mezzogiorno dei Cavalieri del lavoro, per contribuire a promuovere e tutelare i monumenti e le opere d'arte

    – di Vera Viola

    Rinnovato il contratto dei lavoratori della concia

    La via che hanno scelto i conciatori per il rinnovo del contratto collettivo nazio-nale di lavoro è la via del dialogo a 360°, una via che ha fatto segnare un importante risultato sia sul tema della flessibilità che su quello dell'assenteismo. La concia, che in Italia conta 1.200 imprese e 18mila

    – di Cristina Casadei