Ultime notizie:

Gianni De Michelis

    Sei filoni d'azione di un socialista votato al nuovo

    «Attribuiamo qualità di statista a chi esercita la politica come arte nobile, destinata a far accadere ciò che altrimenti non accadrebbe, vale a dire costruire un futuro migliore, che, per realizzarsi, può anche dover disattendere le domande e gli interessi immediati degli elettori. Si parla per

    – di Carlo Marroni

    Vetri infranti e auto danneggiate, la contraddizione della protesta

    Ogni caduto è per gli altri un incitamento a proseguire. Il destino che ha raggiunto il caduto li ha evitati. Il colpito è una vittima sacrificata al pericolo. E. Canetti, Massa e potere I dimostranti che distruggono le vetrine, incendiano le auto e, in generale, istigano alla violenza determinano un controvalore esiziale: fingono di lottare per la povera gente, ma la indeboliscono oltremodo, provocando più danni economici di quanti ne facciano il sistema, le pandemie o il malgoverno. Gli sc...

    – Francesco Mercadante

    Venezia, il Mose funziona. Ecco come

    E' riuscita la prima prova di sollevamento delle paratoie contro l'acqua alta. I dubbi e i costi (faraonici). E' incompleto ma può già essere usato

    – di Jacopo Giliberto

    Pink Floyd a Venezia, 30 anni fa il concerto delle polemiche: ecco quanto costò

    Il 15 luglio 1989 la band di Cambridge suonò in Laguna per la festa del Redentore, davanti a 200mila spettatori. L'evento, prodotto dalla Rai e trasmesso in mondovisione, per De Michelis doveva essere una prova generale in vista della candidatura a Expo 2000. Finì tra spazzatura e polemiche ma «rifarei tutto», rivendica il promoter

    – di Francesco Prisco

    Addio a Gianni De Michelis, vice di Craxi nel Partito socialista

    E' morto Gianni de Michelis, ex esponente di spicco del Psi di Craxi, di cui è stato a lungo vicesegretario e capogruppo alla Camera. Dall'89 al '92 De Michelis è stato ministro degli Esteri, firmando tra l'altro i Trattati di Maastricht. Tra gli altri oincarichi di governo anche quello di ministro

    Tra gli ex parlamentari che potrebbero perdere il vitalizio ( dai 2mila agli 8mila euro al mese) ci sono Silvio Berlusconi, Marcello Dell'Utri, Cesare Previti,

1-10 di 54 risultati