Ultime notizie:

Gianluigi Simonetti

    Scurati, un Mussolini pieno di cliché

    "Vivo la mia partecipazione come una spinta di impegno civile. Sono convinto che questo libro possa contribuire al risveglio di una coscienza democratica". Così Antonio Scurati ufficializzando la candidatura di «M. Il figlio del secolo» al premio Strega 2019. Qui la nostra recensione al volume,

    – di Gianluigi Simonetti

    Fedeltà, di Missiroli, è costruito per compiacervi, siete sicuri di volerlo?

    La retorica classica chiama aposiopesi quella reticenza allusiva che consiste nella interruzione più o meno brusca di una frase: « "Vorrei avere un briciolo della tua", - e tacque»; « "Volevo passare da tua madre in ospedale ma ci credi che". Ansimò»; «lui con lei sul materasso spoglio, lui che

    – di Gianluigi Simonetti

    Qui batte di nuovo il cuore oscuro del Novecento

    E così La ragazza con la Leica, di Helena Janeczek, ha vinto lo Strega 2018, nel sollievo generale dei mass media: perché una scrittrice torna a vincere dopo quindici anni, e perché la pubblica Guanda, a spezzare il monopolio dei grandi marchi. Sollievo senza stupore: nello scegliere la cinquina i

    – di Gianluigi Simonetti

    Un modello artistico e morale

    «Nulla dà una più profonda impressione di verità a chi ama la letteratura di quanto la dia uno scrittore che si occupi di un singolo scrittore: allora la letteratura diventa contemporaneamente più "letteraria" e più viva...». Così nel 1983 Maria Corti, italianista e scrittrice, recensendo Casa

    – di Gianluigi Simonetti

    Il nostro tempo, a parole

    Chiunque ci provi lo sa bene: fare storia della contemporaneità, per definizione, è un esercizio impossibile. Come alla fine di Palomar di Calvino, le onde del presente di continuo ridefiniscono il mare che ci si affanna a descrivere. Più è aggiornato e dettagliato, un resoconto, più invecchia in

    – di Andrea Cortellessa

    Libri senza padroni

    Fra i grandi studiosi di letteratura che hanno operato in Italia negli ultimi decenni il più sottovalutato è stato forse Francesco Orlando, francesista e comparatista, scomparso a Pisa nel 2010, la cui lezione, osservava qualche mese fa Franco Cordelli sul Corriere della Sera, «è ormai solo un

    – di Gianluigi Simonetti

    E tutto finisce in poesia

    Domenica scorsa ci siamo chiesti cosa resta del Novecento nella lingua narrativa di questi anni. E abbiamo registrato, alla prova dei fatti, un progressivo allontanamento dal passato, inteso come modello di uno stile «scritto», sensibile alle forme di prestigio. La maggior parte dei nostri

    – di Gianluigi Simonetti

    Il rifiuto della prosa «antica»

    Nelle ultime due settimane abbiamo azzardato un'incursione nel terreno dei temi di successo della narrativa degli ultimi vent'anni. Precariato, lotta armata, periferie di vario tipo: alla fine del percorso si rafforza quell'idea che maturava già all'inizio, quando parlavamo di dominanti formali.

    – di Gianluigi Simonetti

1-10 di 32 risultati