Ultime notizie:

Gianluigi Gabetti

    La «lettera di Monaco», così Agnelli incoronò John Elkann alla guida dell'impero

    Nel luglio 1996 Giovanni Agnelli è ricoverato a Montecarlo per una delicata operazione al cuore. Ma prima di entrare in sala operatoria scrive una dichiarazione delle sue ultime volontà. Nel documento vergato di suo pugno lascia la sua quota nella società semplice Dicembre, chiave di volta per il controllo del gruppo Fiat, al nipote Yaki. Comincia così l'ascesa dell'uomo che ha voluto l'acquisizione del gruppo editoriale Gedi e l'alleanza con i francesi di Psa

    – di Angelo Mincuzzi

    Il calcolatore d'Ivrea in America volle andar

    Emersi dagli Archivi di Mediobanca (ora digitalizzati e messi a disposizione degli studiosi) i retroscena sulla vendita della divisione elettronica di Olivetti a General Electric

    – di Paolo Bricco

    Liquidazioni d'oro / Il segreto di Romiti e i 101,5 milioni

    Cesare Romiti ha lasciato la presidenza della Fiat quando ha compiuto 75 anni, nel giugno 1998, dopo 24 anni. L'anno successivo il bilancio del gruppo automobilistico ha rivelato che Romiti ha ricevuto una liquidazione di 101,5 milioni di euro. E' la somma più alta mai pagata in Italia a un

    Gabetti e quel racconto al magistrato: «Agnelli? Per me era il Presidente»

    «Prima di essere assunto dall'avvocato Agnelli, che io ho sempre chiamato solo Presidente, ho lavorato in Comit, quando presidente della banca era Mattioli e, successivamente, in Olivetti. Voglio precisare che il mio rapporto con l'avvocato Agnelli è sempre stato improntato a un grande rispetto

    – di Angelo Mincuzzi

    Addio a Gianluigi Gabetti, il manager di una vita degli Agnelli

    E' morto nella notte a Milano Gianlugi Gabetti, per molti anni stretto collaboratore di Gianni Agnelli. Aveva 94 anni ed era ricoverato al San Raffaele. I funerali, informano fonti vicine alla famiglia Agnelli, si svolgeranno in forma privata. E' prevista una messa di trigesimo pubblica alla Chiesa

    Quando Tamburi e Colaninno tentarono la scalata alla Fiat

    La brumosa mattina del 4 gennaio 2016, ai piedi dell'irriverente statua di Maurizio Cattelan al centro di Piazza Affari, c'è un frenetico via vai di persone. Per essere solo le 8.30 di una gelida giornata semifestiva di gennaio, mentre mezza Italia si sta godendo le vacanze di Natale, il trambusto

    – di Simone Filippetti

    Juventus, confermata in appello assoluzione di Giraudo & C. da falso in bilancio

    E' stata confermata in appello, dopo nove anni, l'assoluzione degli ex vertici della Juventus Antonio Giraudo, Luciano Moggi e Roberto Bettega, dalle accuse di falso in bilancio e frode patrimoniale per le plusvalenze derivate - secondo l'accusa - da presunte sopravvalutazioni in operazioni di

    – di Gianni Dragoni

1-10 di 120 risultati