Le nostre Firme

Gianfranco Fabi

    Il capitalismo non è solo capitali

    Una cosa è certa: per rimediare il più possibile al blocco dell'economia causato dalle misure adottate da tutti gli stati per sconfiggere la pandemia ci sarà bisogno di una grande iniezione di capitali. E infatti in tutti i paesi la spesa pubblica si è fatta carico per compensare le perdite di guadagno e per far uscire la società dall'apnea del lockdown. Ma un'altra cosa è altrettanto certa: i capitali saranno utili per sanare le ferite più rilevanti, ma, al di là della quantità che si potrà met...

    – Gianfranco Fabi

    Scuola: una doppia emergenza

    La scuola ha la grande responsabilità di formare la classe dirigente di domani. E proprio le vicende delle ultime settimane dimostrano ampiamente come ci sarebbe bisogno di una classe dirigente competente, generosa e anche tecnologicamente preparata. Ora le scuole sono chiuse; bambini, ragazzi, adolescenti a casa; docenti impegnati nella difficile sfida di dialogare ed insegnare a distanza. Un mezzo anno disperso nel vento dell'emergenza. Un'esperienza che sicuramente allargherà il divario tra r...

    – Gianfranco Fabi

    Krugman, idee per affrontare la crisi

    In questo scenario di complessità e di crisi può essere utile qualche riflessione partendo dall'ultimo libro di Paul Krugman, premio Nobel per l'economia nel 2008, docente a Stanford, titolare di una rubrica di divulgazione sul "New York Times". Il titolo è già un programma: "Discutere con gli zombie - Le idee economiche mai morte che uccidono la buona politica" (Ed. Garzanti, pag. 414, ? 24). E' un libro fatto in economia dato che raccoglie e, potremmo dire ricicla, gli articoli già pubblicati ...

    – Gianfranco Fabi

    Smart working, una strada aperta

    L'emergenza Coronavirus è piombata all'improvviso sulle nostre vite e ci ha costretto non solo a cambiare abitudini, ma anche e soprattutto ad adattarci a nuovi modi di vivere e lavorare, con lo smart working in prima fila. Dal profilo economico il blocco di tante attività non potrà che provocare una crisi sicuramente ampia che solo massicci interventi degli Stati e delle banche centrali potranno in qualche modo attenuare. Non è impossibile tuttavia cercare anche in questa situazione drammatica ...

    – Gianfranco Fabi

    Ripartire dalla fabbrica per ricostruire il Paese

    Ci sarà da ricostruire, ripartendo dall'impresa e dalla fabbrica. La guerra contro il coronavirus costerà all'Italia una crisi molto profonda del proprio sistema produttivo. Con effetti immediati nel turismo, nel commercio, nei trasporti, ma con inevitabili riflessi sull'intero sistema economico. E non ci si può illudere che la ripresa potrà essere spontanea. Una volta superata l'emergenza, e purtroppo non si prevedono tempi brevi, sarà necessario riavviare quella che viene chiamata "catena del ...

    – Gianfranco Fabi

    Scienza e tecnologia, anche per il dopo-virus

    Tecnologia e scienza possono essere le carte vincenti contro il virus e potranno essere al centro anche della seconda fase, quella della ripresa, graduale, ma che tutti si augurano più vicina possibile. Le notizie che giorno dopo giorno si affollano sui giornali e in televisione sembrano non permettere di pensare ad altro di fronte alla drammatica vastità delle conseguenze dell'epidemia portata dalla Cina. Ma dobbiamo restare aggrappati alla speranza, dal profilo personale e sociale per non disp...

    – Gianfranco Fabi

    Il lavoro dei giovani: il patrimonio delle Pmi

    Instabile e precario: questa l'immagine del lavoro dei giovani in questa Italia all'inizio del Terzo millennio. Con la percentuale più alta d'Europa di disoccupazione giovanile, con una sensibile disallineamento tra la formazione scolastica e le esigenze delle imprese, con la difficoltà di veder attuate politiche attive capaci di offrire prospettive rassicuranti. E con in più una lettura retorica e superficiale che vede i giovani bamboccioni, choosy, altrettanto pigri quanto iperconnessi: comunq...

    – Gianfranco Fabi

    Uomini contro robot: una sfida win win

    Uomini contro robot, lavoro contro automazione, conservazione contro rivoluzione. Sfide che almeno da duecento anni caratterizzano la società moderna. Venticinque anni fa, nel 1995 agli inizi della rivoluzione di Internet, uno dei più affermati saggisti americani, Jeremy Rifkin, scrisse un libro con un titolo terribilmente esplicito: "La fine del lavoro". La teoria di Rifkin, peraltro con almeno due secoli di ritardo rispetto alla prima vera rivoluzione industriale, era che la civiltà delle ma...

    – Gianfranco Fabi

    Alla riscoperta del buon senso

    "Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto, per paura del senso comune." Così il Manzoni nei Promessi sposi sintetizza l'atteggiamento dei milanesi di fronte agli untori e alla peste. Il senso comune sembra ritornato protagonista: in fondo è la base su cui sono nati e affermati i movimenti populisti. Non sarà tutta colpa della "narrazione", ma indubbiamente tra i tanti problemi italiani uno dei più rilevanti è quello della percezione distorta, superficiale, approssimativa e quindi in fondo fu...

    – Gianfranco Fabi

    Export, il valore aggiunto del made in Italy

    Se l'economia italiana non è ripiombata in recessione negli ultimi anni una delle ragioni principali sta nella crescita dell'export che ha più che compensato la flessione della domanda interna: il made in Italy è stato così un fattore trainante non solo nei settori della moda o del design, ma anche nella meccanica e nell'automazione, con risultati paragonabili e talvolta superiori a quelli dell'economia tedesca. L'industria italiana, pur se concentrata sulle piccole e medie imprese, è riuscita a...

    – Gianfranco Fabi

1-10 di 381 risultati