Ultime notizie:

Giaime Pintor

    Giulio Einaudi editore, i difetti leggendari e il fiuto per i libri di successo

    Luigi e Giulio Einaudi. Padre e figlio. Due persone profondamente diverse. Luigi studioso di fama, professore di Economia a soli 28 anni. Il figlio non laureato. Il futuro presidente della Repubblica sposato con Donna Ida per tutta la vita. Giulio, due matrimoni, sei figli, tre nel primo e tre nel secondo. Il presidente della Repubblica sobrio, che divide una pera con i commensali al Quirinale, il secondo che non si cura dei conti della casa editrice (facendo preoccupare parecchio il padre). Lui...

    – Beniamino Piccone

    Che si fa di Anna Frank?

    Nell'indice dell'anno 1952 delle opere discusse nelle riunioni del mercoledì all'Einaudi il Diario di Anna Frank non c'è. E fu per certo quello l'anno in cui si decise la pubblicazione di uno dei primi dieci libri letti nel mondo, perché il titolo compare tra le note amministrative per il compenso

    – di Cristina Battocletti

    Che si fa di Anna Frank? Nonostante l'entusiasmo di Natalia Ginzburg per il «Diario», Einaudi ne affidò la lettura fuori dal comitato del «mercoledì» con un anomalo iter editoriale

    Nell'indice dell'anno 1952 delle opere discusse nelle riunioni del mercoledì all'Einaudi il Diario di Anna Frank non c'è. E fu per certo quello l'anno in cui si decise la pubblicazione di uno dei primi dieci libri più letti nel mondo, perché il titolo compare tra le note amministrative per il compenso della traduzione dall'olandese, commissionata il 15 gennaio 1953 ad Arrigo Vita per 115mila lire. Nei faldoni dell'Archivio Storico Einaudi presso l'Archivio di Stato di Torino si possono infatti t...

    – Cristina Battocletti

    Il «Taccuino segreto» e l'amor fati

    Sono trascorsi venticinque anni dalla pubblicazione sulla «Stampa» (8 agosto 1990), a cura di Lorenzo Mondo, del cosiddetto Taccuino segreto di Cesare Pavese e resiste più di un sospetto sulla sua autenticità, mentre ci si sforza di trovare plausibili giustificazioni a quella serie di annotazioni

    – di Cesare De Michelis

    Stille in fuga da Kamenetzki

    Un passato russo da seppellire, un'Italia in cui non tornare, il rifugio nell'immobilità: Alexander racconta la vita di suo padre - Nato come Misha Kamenetzki, riparato nel 1941 con la famiglia a Manhattan, sposa Elisabeth: un incontro-scontro tra due mondi, due vissuti del XX secolo

    – Sergio Luzzatto

    Tutta l'attualità di Ugo Stille

    «La forza delle cose» - titolo esemplare del libro edito da Garzanti che Alexander Stille ha dedicato alla sua famiglia - ha finito per prevalere. E così

    – di Guido Gentili

    Sicilitudine e solitudine

    Più che un libro di memorie, «Le cose che ho imparato» è un omaggio del figlio al padre giornalista, Totò Riotta. E un'orazione (dolente) alla Sicilia madre patria

    Gianni Riotta, sicilitudine e solitudine

    I siciliani non scrivono memorie. Sebbene il nomadismo sia un tratto comune della "sicilitudine" moderna, e si accompagni con la nostalgia che l'allontanamento

    – di Sergio Luzzatto

1-10 di 11 risultati