Ultime notizie:

Gerusalemme

    Verso il voto - I Grandi Elettori fuori dall'America

    Donald Trump gli ha riconosciuto l'annessione delle alture del Golan, ha trasferito l'ambasciata americana da Tel Aviv a Gerusalemme e ha firmato un piano di pace ("la pace del secolo") nel quale Israele decide e i palestinesi osservano. ... Quando l'ambasciata è stata trasferita a Gerusalemme, Netanyahu era certo che la città sarebbe stata dichiarata "indivisibile capitale del popolo ebraico": Trump non lo ha fatto.

    – Ugo Tramballi

    Senza le banche e la borghesia commerciale, meno cultura in Italia

    Si sente dire "banconota" e il pensiero corre immediatamente alla cartamoneta, cioè a uno strumento di pagamento emesso dalle banche centrali che abbia corso legale e valore di scambio. In realtà, c'è molto di più e, in genere, non s'immagina che il denaro e la sua circolazione possano essere all'origine della lingua e della cultura italiane. Molto probabilmente, nel parlare di "origini", siamo stati alquanto generosi, è vero, ma, di fatto, non ci si può sottrarre a un'evidenza storica: la flori...

    – Francesco Mercadante

    Ue, Banksy perde causa per il brand: «Sei anonimo, niente paternità dell'opera»

    L'Ufficio dell'Unione europea per la proprietà intellettuale non riconosce all'artista alcun diritto sul graffito "Lanciatore di fiori" utilizzata a fini commerciali da Full Color Black: la scelta dell'anonimato, non pone le condizioni giuridiche per dimostrare di essere l'autore

    – di Marilena Pirrelli

    Palestine dreamin'

    Siete l'unico movimento di liberazione al mondo capace di dedicare più tempo alle lotte fratricide che a combattere il suo nemico, aveva detto ai colleghi dell'Olp Saud al-Faisal, in un vertice della Lega Araba. Fino alla sua morte nel 2015, il figlio di re Faisal aveva guidato per quarant'anni con grande moderazione la politica estera saudita: era raro che uscisse dai canoni della diplomazia per dire apertamente quel che pensava. Gli altri colleghi arabi non dissentirono dal suo franco rimprove...

    – Ugo Tramballi

    Pandemia di despoti parte prima

    Alexander Lukashenko che scende dall'elicottero con passo determinato, un Kalashnikov in mano e un gilet tattico da combattimento, con i porta-caricatori pieni. Era la sua risposta alle decine di migliaia di bielorussi scesi pacificamente in strada a protestare. Così ridicolo da sembrare Sacha Baron Coen che fa la parodia di Alexander Lukashenko. Invece era reale: l'immagine che rappresenta il nostro tempo. Per oltre vent'anni abbiamo chiamato Lukashenko "l'ultimo dittatore europeo". Da tempo ...

    – Ugo Tramballi

1-10 di 1738 risultati