Le nostre Firme

Gerardo Pelosi

    Diplomazia e interesse nazionale: i caveat di Mattarella e le rivendicazioni di Conte

    Mentre alla Farnesina il presidente della Repubblica, aprendo i lavori della XIII conferenza degli ambasciatori, elencava le priorità della proiezione internazionale dell'Italia nell'aula del Senato il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, chiamato a riferire su Moscopoli e finanziamenti alla Lega, rivendicava al suo esecutivo una linea "coerente" in politica estera escludendo diretti coinvolgimenti del Governo nell'affare Savoini-Metropole

    – di Gerardo Pelosi

    Migranti, no di Francia e Germania al piano italo-maltese

    Potrebbe essere solo l'antipasto (piuttosto indigesto per il nostro Paese) di una conflittualità permanente tra l'Italia e i Paesi del Nord Europea sul dossier migranti che rischia di proseguire per i prossimi cinque anni di nuova legislatura europea e far regredire i pur timidi passi in avanti

    – di Gerardo Pelosi

    Nella partita per il commissario Ue ora Giorgetti più debole. Torna in pista M5S

    Il "no" della Lega alla nuova presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, rischia di condizionare anche la partita del candidato italiano alla carica di commissario, posto per il quale tutte le indicazioni convergevano (fino a ieri) sul nome di Giancarlo Giorgetti sottosegretario alla

    – di Gerardo Pelosi

    Putin a Roma tra papa Francesco e società civile

    Un calendario fitto di appuntamenti quello che attende il presidente russo Vladimir Putin giovedì prossimo a Roma. Potrebbe essere l'occasione buona per ufficializzare l'invito di Putin al Pontefice per una prossima visita in Russia

    – di Gerardo Pelosi

    Crisi Libia, il presidente Serraj chiede aiuto a Salvini

    L'inattesa riconquista di Gharyan a 40 km da Tripoli da parte delle forze governative libiche solo pochi giorni fa ha riacceso le speranze nel Governo presieduto da Fayez al Serraj di poter resistere agevolmente alla pressione delle forze del generale Haftar.

    – di Gerardo Pelosi

    Nomine Ue: si lavora a un preaccordo a cinque al G20 di Osaka

    Dovrà essere il Consiglio europeo straordinario di domenica 30 giugno a trovare l'intesa sui "top jobs" europei a cominciare dai presidenti della Commissione Ue e del Parlamento europeo dopo il fallimento del vertice del 20 e 21 giugno che ha accantonato definitivamente la proposta degli "spitzenkandidaten"

    – di Gerardo Pelosi

1-10 di 809 risultati