Ultime notizie:

Georgiche

    "E i medici erano i più numerosi a morire?": epidemia e resistenza

    (Questo contributo è stato scritto con la collaborazione di Cristina Mincione, docente di lettere nei licei e negli istituti tecnici di Teramo) Raccontare per esistere: potrebbe essere questa la massima vincente e purificante della quarantena. In altri termini: sforzarsi di produrre il maggior numero di righe possibile col minor numero di parole possibile al fine di dominare anche un morbo che non si conosce. L'uso improprio dei termini, infatti, ci condurrebbe alla deriva psicologica e intelle...

    – Francesco Mercadante

    2019, un anno in cui il lavoro e non il reddito torni protagonista

    Omnia vincit amor ("tutto vince l'amore") si legge in una famosa pagina delle Bucoliche virgiliane. Meno noti, forse, sono altri versi del poeta, che appaiono questa volta nelle Georgiche, e che similmente recitano "labor omnia vicit / improbus" ("tutto vince il duro lavoro"). Amore e lavoro,

    – di Vittorio Pelligra

    Per un umanesimo animale

    Ci sono scienziati umanisti come Edward O. Wilson che rimproverano alla letteratura di mantenere una prospettiva esclusivamente antropocentrica (si veda l'articolo di Nicola Gardini sulla Domenica del 1 aprile scorso, ndr.). A un'opinione simile si può controbattere affermando che la letteratura si

    – di Nicola Gardini

    Quando la botanica era cara agli dei

    Quando gli dei abitavano la terra, i boschi, i fiori, i paesaggi partecipavano alle azioni divine. Innumerevoli storie ricordano i rapporti tra un dio e una pianta o la sua presenza nei luoghi silvestri, le sue predilezioni o la sua apparizione. Qualche esempio?Se la quercia era cara a Zeus, il dio

    – di Armando Torno

    Giardino di discorsi infiniti

    Scriveva articoli, memoir, racconti, romanzi; traduceva dal russo e dall'inglese, misurandosi con colossi come l'Onegin. Ma Pia Pera possedeva troppo estesamente il senso del rapporto tra letteratura e vita perché possiamo identificare la sua opera solo con le pubblicazioni. Aveva lo stupendo dono

    – Nicola Gardini

    Basta, ho deciso, voglio fare il contadino!

    Caro Diario, questa storia l'ho pubblicata la prima volta - in un allegato formato .pdf - insieme ad altre nell'ambito di un'idea progetto che insieme a Robi Veltroni abbiamo chiamato senza troppa fantasia ma con discreta accuratezza «La Maremma del #lavorobenfatto». Rileggendole, ho pensate che queste storie sono così belle che meritano di essere riproposte una alla volta, con calma, proprio come si fa nel mondo degli atomi con i libri di successo quando vengono ristampati. Comincio con Marco d...

    – Vincenzo Moretti

    Posillipo da narrare

    Lei è una figlia di papà, ma di lusso, ed è pure la più vezzeggiata di casa essendo la minore di quattro sorelle. Silvia è l'ultimogenita del filosofo

    – Camilla Tagliabue

1-10 di 22 risultati