Ultime notizie:

George Magnus

    Trump accusa Russia e Cina, ma il Tesoro Usa gli dà torto

    «Russia e Cina giocano alla svalutazione monetaria mentre gli Usa continuano ad alzare i tassi di interesse. Inaccettabile». Al presidente Usa, Donald Trump, basta un tweet per aprire un nuovo fronte nell'offensiva scatenata contro Mosca e Pechino. E lo fa appena tre giorni dopo la pubblicazione di

    – di Gianluca Di Donfrancesco

    Usa contro Cina: guerra per l'economia dell'innovazione

    E' la leadership nell'economia del futuro la posta in gioco nello scontro tra Cina e Stati Uniti. La rimonta di Pechino nella corsa all'innovazione spaventa Washington, che reagisce cercando di sabotarne le ambizioni. Il gigante asiatico ha già scavalcato il Giappone come seconda potenza al mondo

    – di Gianluca Di Donfrancesco

    Perché il Congresso del Partito comunista cinese è un market mover

    Che i mercati siano spettatori interessati del 19esimo Congresso del Partito comunista cinese è un segno dei tempi. Questo raduno molto sceneggiato ma opaco, che si tiene ogni cinque anni, non si può dire sia il classico avvenimento che muove i mercati. Questa volta è diverso. L'importanza del

    – di George Magnus

    La Cina taglia i tassi di 25 punti base

    La Cina taglia nuovamente i tassi di interesse (sesto intervento dal novembre dello scorso anno) nel tentativo di ridare fiato all'economia. La Pboc, la Banca centrale cinese, ha ridotto il costo del denaro di 25 punti base e ha tagliato il coefficiente di riserva delle banche di 50 punti base, con

    Krugman: non credete agli economisti quando non si capiscono

    Gli economisti fanno largo uso del gergo settoriale, e per buone ragioni. Quando parlano di «vantaggio comparato», «produttività totale dei fattori» o «neutralità della moneta», usano queste espressioni per riferirsi a concetti elaborati nel corso di decenni di discussioni e dibattiti. Cercare di

    – Paul Krugman

    E' arrivata la ripresa drogata?

    Come la morfina all'uscita dalla sala operatoria per evitare al paziente lancinanti dolori, così montagne di debito emesse dai Governi occidentali per salvare il sitema finanziario hanno dato un senso di falso benessere a un sistema economico in grave crisi. Come ricordava recentemente l'economista finanziario George Magnus, uno dei pochi che hanno visto arrivare il crack bancario, le crisi vengono e poi vanno e spesso la gente si fascia ancora la testa mentre la ripresa è cominciata. Ma, rilev...

    – Marco Niada

    Manovre fiscali per ripartire

    Le misure prese dai Governi occidentali hanno evitato il crack del sistema finanziario mondiale. Ma il tempo stringe e bisogna tradurre le intenzioni in fatti i

    – di Marco Niada

    La crisi del capitalismo... senza capitali

    La tormenta finanziaria in cui è finito l'Occidente ha fatto scrivere fiumi d'inchiostro in questi giorni sulla crisi del capitalismo e delle economie di mercato. Il paradosso è che questa crisi è scoppiata a causa di un crescente e incontrollato uso del debito, a cui è corrisposta una base sempre più sottile di capitale. Insomma, la crisi in corso è stata causata da un abuso incontrollato della leva finanziaria più che dalla diabolica e bacata struttura del sistema capitalistico, come molti pen...

    – Marco Niada

1-10 di 13 risultati